Isola dei Famosi 2024, quanto ha vinto Aras Senol | A chi va la metà del montepremi in beneficenza

di Ilaria Macchi


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

La vittoria di Aras Sanol a “L’Isola dei Famosi 2024” ha messo d’accordo un po’ tutti, soprattutto perché nel corso della sua permanenza in Honduras non ha esitato a spendersi per il gruppo, pur sapendo pochissimo l’italiano, oltre a evitare ogni tipo di polemica. Emblematico anche quello che è accaduto la sera della finale, quando è stato chiamato a fare ben 500 metri a nuoto per ottenere una sorpresa (rivedere la sua fidanzata) e non si è minimamente scomposto, pur sapendo quanto fosse faticoso.

Il ragazzo in Italia era certamente conosciuto in Italia grazie alla soap “Terra Amara“, ma ovviamente nessuno sapeva che tipo di carattere avesse e come potesse reagire in un’esperienza complessa come quella in Honduras, ma ha stupito praticamente tutti i suoi compagni in positivo. Insomma, è la dimostrazione di come a volte agire in punta di piedi possa essere la scelta migliore.

Non può che essere interessante chiedersi a quanto ammonti il montepremi che lui è riuscito a conquistare grazie a “L”Isola dei Famosi 2024″. Complessivamente, lui ha vinto 100 mila in gettorni d’oro, di questi la metà, ovvero 50 mila euro, come da regolamento vanno in beneficenza. È stato quindi lui stesso in diretta di volerli destinare alla Fondazione dedicata a Giulia Cecchettin, la ragazza uccisa dall’ex fidanzato Filippo Turetta nel novembre 2023. La famiglia della giovane è impegnata attivamente nella lotta ai femminicidi, per questo ha scelto di portare avanti questa iniziativa pensando di poter aiutare diverse donne in difficoltà.

È stato lo stesso attore a decidere come sia nata in lui questa idea: “Quando ero ospite a Verissimo ho ascoltato la sua storia e mi ha davvero colpito al cuore – ha detto in un’intervista a Leggo -. Ho già detto in passato che nel mio Paese ogni anno più di 300 donne vengono uccise a causa della violenza maschile. Nel 2024 è ancora incredibile pensare che ciò accada in entrambi i Paesi. Voglio ricordarla e non dimenticarla. Perché siamo esseri umani. Stiamo dimenticando tutto velocemente. Dovremmo ricordare e non dimenticare mai”.

L’intervista è stata inevitabilmente anche per fare un bilancio di questa esperienza, che resterà impressa nella sua mente: “Per me è stata un’esperienza lunga e difficile. Sono molto stanco ma al tempo stesso sono davvero felice – ha detto ancora Aras Senol -. Il ricordo più bello è quando abbiamo vinto una sfida e abbiamo mangiato tutti insieme intorno ad un grande tavolo. Il ricordo più brutto è stato invece l’incidente di Khady”. La modella, infatti, nel corso di una prova a cui aveva partecipato anche lui, il “gioco della centrifuga”, era rimasta mpigliata con i capelli intorno al palo rischiando di farsi davvero male al collo, lui aveva provato ad aiutarla ma la sua posizione gli impediva di farlo davvero. Una volta concluso tutto, lui ci ha tenuto a scusarsi con la famiglia della giovane per non essere riuscito a intervenire, oltre ad averle ceduto la corona da leader. Insomma, davvero un uomo di altri tempi, come ben sa la fidanzata, che tra qualche mese diventerà sua moglie.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria