Flop di ‘Avanti Popolo’, Nunzia De Girolamo: “Ho sbagliato a farlo”

di Manuela Zanni


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Reduce da una bella vacanza in Oman, con marito e figlia, Nunzia De Girolamo è carica per ripartire con la quarta edizione di ‘Ciao maschio’ che andrà in onda dal prossimo sabato 13 aprile su Rai1, in seconda serata.

L’insuccesso di ‘Avanti Popolo’

“Io Avanti popolo non lo volevo fare, perché pensavo che fosse presto per me fare un programma di politica, troppo recente la mia esperienza in Parlamento. E infatti avevo pensato bene” ha detto Nunzia De Girolamo in una recente intervista a Repubblica riferendosi al fatto che la gente possa aver visto l’ex politica di centrodestra e non una conduttrice e continua: “C’erano molti indizi di un probabile insuccesso. Per esempio io pensavo che non fosse giusto andare su Raitre, una rete oggi disorientata. Ho sbagliato ad accettare. Dovevo dire no. L’azienda si è trovata con un vuoto, perché Bianca Berlinguer è andata via all’improvviso e dovevano tappare il buco. E io mi sono resa disponibile sapendo di rischiare”.

Nunzia De Girolamo: “Bisogna imparare a dire no”

“Ho sbagliato e ho imparato che nella vita bisogna saper dire dei no. Tornando indietro direi no. Anche perché ho capito i miei limiti: non sono pronta per condurre un programma di informazione politica.
Per me è stata una grande sofferenza. A livello mediatico sono stata tanto esposta e non mi ha fatto piacere”. 

Le critiche per l’intervista al marito Francesco Boccia

“Nella mia vita non ho mai messo nulla sotto il tappeto. Volevo anche dimostrare che avrei trattato destra e sinistra allo stesso modo, ma questo non è stato capito. La mia non era una provocazione, ma una dimostrazione di verità: io ce l’ho il marito di centro sinistra, inutile nasconderlo” ha aggiunto in merito alle critiche per aver intervistato il marito ( e politico) Francesco Boccia.

Nunzia De Girolamo e Francesco Boccia

L’intervista alla ragazza stuprata a Palermo

L’hanno attaccata molto anche per quell’intervista alla ragazza di Palermo stuprata da sette ragazzi.  “La più grande sofferenza legata ad “Avanti popolo”. Chissenefrega degli ascolti bassi, ma attaccarmi per quell’intervista mi ha fatto proprio male, Io che ho combattuto in Parlamento in difesa della donna, io che sono molto sensibile su questi temi, sono stata accusata di aver usato quella ragazza. Ho avuto tutto il garbo possibile con Asia. È una ragazza molto sola, mi ha chiamato anche di recente quando è tornata dai carabinieri (per denunciare gli aggressori che la stavano intimando a ritirare la denuncia,. ndr). Ero in Oman e le sono stata vicina. Io l’ho intervistata con il cuore di donna e madre”. 

” Hanno provato ad aizzarla contro di me”

“Una enorme ingiustizia. Il rapporto tra me e lei non si è mai interrotto e ora è abbandonata a se stessa. Allora mi scrisse che le dispiacevano questi attacchi contro di me. Ci sono state persone che l’hanno aizzata contro di me. Mi ha girato gli screenshot.. . Gente che voleva convincerla ad andare contro di me . Una cosa orribile….” 

“Ho fatto tv per curiosità ed ha funzionato”

“Giovanni Minoli mi diceva che io dovevo lasciare la politica e fare tv. Io ne facevo già  tanta di tv perché Berlusconi voleva che io andassi in onda a rappresentare il partito, quindi ho acquisito dimestichezza col mezzo. A quel punto è arrivata la proposta di Giletti di lavorare con lui a “Non è l’Arena” e scelsi di tentare questa strada. Mi sono fatta trasportare dalla curiosità. E ha funzionato. Poi è arrivata la chiamata di Milly Carlucci a “Ballando con le stelle”: mi sono guardata allo specchio, e ho capito che stavo per entrare nell’intrattenimento vero,  dal quale non si può tornare indietro. Ho scelto quello e ne sono felice”.

‘Ciao Maschio’ si ispira ad ‘Harem’ di Catherine Spaak

” ‘Ciao maschio’ è stato idea mia. Credo di avere una capacità particolare di relazionarmi al maschio, faccio anche domande imbarazzanti ma col sorriso. Ho pensato un po’ ad ‘Harem’ di Catherine Spaak”.

‘Ballando con le stelle’ come uno “sliding doors”

“Grazie a ‘Ballando con le stelle’ ho fatto pace con l’esteriorità, con il mio corpo. Io, donna forte e determinata , ma insicura della mia parte estetica, tendevo a nasconderla. Il mio ideale è stare in tuta e scarpe da ginnastica, ora sono in armonia con la mia femminilità” ha raccontato a proposito della sua partecipazione al programma di Milly Carlucci.

“Mio marito mi ama ma non si fida ( politicamente) di me”

“Con mio marito evitiamo di parlare di certe politica e di scelte di partito. Lui parla in terrazza, lontano da me, perché non si fida. Però discutiamo di argomenti della vita . Abbiamo imparato a capire le ragioni dell’altro, le diversità vanno valorizzate. E noi poi ci amiamo”. 
 


Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

Beatrice Luzzi nelle ultime settimane si era notevolmente riavvicinata a Giuseppe Garibaldi, confermando i passi avanti nel loro rapporto che c’erano stati nell’ultimo periodo trascorso insieme nella ‘Casa’ del “Grande Fratello“. Lei era stata certamente più cauta in merito all’evoluzione della situazione, ribadendo ancora una volta quanto le loro vite siano diverse e difficili da […]