Pilota muore in un secondo incidente aereo, un anno dopo il primo

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Nel mondo dell’aviazione, le storie di sopravvivenza in seguito a incidenti aerei sono spesso sorprendenti, ma la vicenda di Otávio Augusto Munhoz da Silva, un pilota brasiliano, è davvero fuori dall’ordinario.

La Sopravvivenza nella Giungla Amazzonica

Tutto ha avuto inizio nel settembre del 2022, quando il pilota Da Silva si è trovato coinvolto in un incidente aereo a causa di un malfunzionamento del motore del suo aereo privato. L’aereo è rimasto incastrato tra gli alberi, lasciando Da Silva bloccato nella giungla amazzonica. Nonostante le condizioni estreme, il pilota ha dimostrato incredibile resilienza, riuscendo a sopravvivere per ben 13 giorni prima di essere avvistato da una nave di passaggio. La sua storia di sopravvivenza aveva catturato l’attenzione di tutto il mondo.

Il Tragico Epilogo

Tuttavia, la storia di Da Silva ha avuto un tragico epilogo. Poco più di un anno dopo l’incidente nella giungla, il pilota è morto in un secondo incidente aereo. Lo scorso 28 agosto, mentre volava sopra Mucajaí, a sud di Roraima, il suo aereo è precipitato in una zona boschiva vicino al confine con il Venezuela. Le autorità stanno attualmente indagando sulle circostanze della sua morte.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria