Gianni Sperti minacciato e molestato: lo stalker a processo

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

È iniziato il processo che vede Gianni Sperti contro il suo presunto stalker, un 51enne di San Giorgio denunciato dall’opinionista di Uomini e Donne per atti persecutori. L’uomo, ex compagno di una parente di Sperti, è accusato di aver minacciato e molestato più volte il noto volto televisivo, al punto da costringerlo a non uscire più da solo di casa nel periodo in cui si sono svolti i fatti.

Iniziato il processo contro lo stalker di Gianni Sperti

La prima udienza del processo si è tenuta negli scorsi giorni davanti al giudice Loredana Galasso. Gianni Sperti si è presentato in tribunale e ha reso la sua testimonianza, confermando i termini della denuncia sporta nel 2020 contro il 51enne, come riporta il Giornale di Puglia. Tutto è iniziato tre anni fa, quando l’uomo avrebbe preso di mira Sperti inviandogli ripetutamente messaggi offensivi e intimidatori sul cellulare. Le minacce sarebbero state talmente gravi e continue da indurre l’opinionista a non uscire più di casa da solo, per paura di aggressioni fisiche.

Sperti in tribunale a testimoniare

Una persecuzione di l’opinionista di Uomini e Donne ha parlato nell’aula del tribunale, assistito dal suo avvocato Marco Pomes, confermando i fatti contenuti nella denuncia sporta contro l’ex compagno di una sua parente. Ora spetta al giudice valutare le accuse e stabilire se l’imputato dovrà rispondere del reato di atti persecutori. Non è la prima volta che Gianni Sperti finisce nel mirino di persone ossessionate da lui e dalla sua immagine pubblica. Come personaggio televisivo, l’opinionista è spesso bersaglio di offese e intimidazioni sui social network.

Non è la prima volta che Sperti viene preso di mira

Una vicenda che nasce in ambito familiare e non virtuale. Proprio per proteggere la sua vita privata dalle incursioni altrui, di recente Sperti ha dichiarato di non voler più condividere i fatti personali con il grande pubblico. “Nessuno deve toccare la mia privacy. Dopo un capitolo pubblico del mio percorso, della mia carriera, ho deciso di non condividere più il privato con il resto del mondo” ha affermato in un’intervista, aggiungendo “La gente tende a essere curiosa e a giudicare… Lo capisco, lo faccio anche io in tv. Ma non voglio che le mie cose personali finiscano in vetrina”.

Spetta alla magistratura stabilire la verità

Sarà compito della magistratura stabilire la fondatezza delle accuse e comminare un’eventuale condanna, qualora ritenga l’imputato colpevole di stalking nei confronti del celebre opinionista televisivo. Sperti intanto si è costituito parte civile, deciso a difendere i propri diritti e la propria serenità da chi, secondo l’accusa, glieli ha gravemente lesi con atteggiamenti ossessivi e violenti.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria