07 Gennaio 2019 |

Le più belle frasi su Milano e sui milanesi

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Quali sono le più belle frasi su Milano e sui Milanesi? Se state cercando una bella frase da dedicare ai vostri amici milanesi oppure da scrivere su un diario, ci sono tantissimi aforismi che potete trovare, da quelli dei personaggi illustri passando per quelle anonime e finendo con quelle famose grazie alla televisione e i giornali. Sono molti gli amanti di Milano e delle sue bellezze, come il Duomo, che non potete perdervi.

Le più belle frasi su Milano nella storia

Milano

Tra le più belle frasi su Milano ci sono certamente quelle legate ai personaggi famosi che si sono trovati a nascere oppure vivere in questa città lombarda. Tra questi troviamo sommi poeti, scrittori ma anche attori e comici, che hanno imparato con il tempo a comprendere questa metropoli multiforme.

  • Il milanese è lavoratore, e lo ostenta; il tempo è denaro; labor omnia fecit. Ama l’ufficio con calore sentimentale, è infelice se è lontano, a meno che, la sera e un mese all’anno, al mito del lavoro non subentri il mito gemello, quello del “divertirsi”. (Guido Piovene)
  • Milano è una grande babilonia vitale di palazzoni luccicanti, di magazzini, di ragazze d’ufficio, di agenti di borsa, di ragionieri, di caffè, di ristoranti, di sartorie, dentro l’aroma collettivo del risotto giallo. (Guido Piovene)
  • Renzo, salito per un di que’ valichi sul terreno più elevato vide quella gran macchina del Duomo sola sul piano, come se, non di mezzo a una città ma sorgesse in un deserto; e si fermò su due piedi, dimenticando tutti i suoi guai, a contemplare anche da lontano quell’ottava meraviglia di cui aveva tanto sentito parlare fin da bambino. (Alessandro Manzoni, ne I promessi sposi)
  • Prendete un problema di qualunque natura (politico, sociale, culturale, tecnico o altro) e datelo da risolvere a due italiani: uno milanese e l’altro siciliano. Dopo un giorno, il siciliano avrà dieci idee per risolvere questo problema, il milanese nemmeno una. Dopo due giorni, il siciliano avrà cento idee per risolvere questo problema, il milanese nessuna. Dopo tre giorni, il siciliano avrà mille idee per risolvere questo problema, e il milanese lo avrà già risolto. (Giuseppe Tomasi di Lampedusa)
  • Milano benedetta
    Donna altera e sanguigna
    con due mammelle amorose
    pronte a sfamare i popoli del mondo. (Alda Merini)
  • Sì, Milano è proprio bella, amico mio, e credimi che qualche volta c’è proprio bisogno di una tenace volontà per resistere alle sue seduzioni, e restare al lavoro. (Giovanni Verga)
  • Milano è un enorme conglomerato di eremiti. (Eugenio Montale)
  • Ma, dico, se i milanesi, a Milano, quando c’è la nebbia, non vedono, come si fa a vedere che c’è la nebbia a Milano? (Dal film Totò, Peppino e… la malafemmina)
  • Milano non avrà il mare, però ha il cielo in tinta con le case. I pittori risparmiano a ritrarla, non spendono in colori, basta il grigio. (Guido Sperandio)
  • Verso la fine della serata è comparso Savarelli, un nostro amico che viene dal nord d’Italia. È innamorato di Milano; è la città del piacere, niente le può esser messo a confronto, per questo. (Stendhal)
  • La bonomia milanese è celebre quanto l’avarizia genovese. (Stendhal)
  • Genova sta a Milano come grossomodo l’Italia sta alla Germania. Le popolazioni infreddolite hanno sempre fatto di tutto per venire a pisciare nei nostri mari le loro nebbie invernali. (Fabrizio De André)
  • Parafrasando Flaubert, si può dire che mentre il Padreterno a Genova ha dato il sole ed il mare, ai milanesi ha lasciato la pioggia perché avessero un argomento di conversazione, poi ci ha ripensato e gli ha dato anche la nebbia, in modo che di argomenti di conversazione ancora oggi ne abbiano due. (Fabrizio De André)

Le più belle frasi su Milano di oggi

Milano

Milano, una delle capitali europee per eccellenza, è amata e criticata allo stesso tempo per i suoi grattaceli moderni e per la sua nebbia. C’è chi la ama, come Daria Bignardi, e chi forse vorrebbe di più, ma tutti prima o poi si trovano a parlare di lei: la magnifica Milano. Queste sono le più belle frasi su Milano di oggi!

  • Lo stile di Milano lo sintetizzerei con tre D: discrezione, disciplina, dovere. In un mondo che tende alla cialtroneria, all’anarchia dei comportamenti e alla furberia, ben venga il calvinismo milanese!
    (Giorgio Armani)
  • Milano ha delle zone belle, è bella con la nebbia, è un po’ una donna con la veletta.
    (Ornella Vanoni)
  • Ho sempre pensato che a Milano sto bene, che è un posto da combattenti, da apolidi, una legione straniera. Che non saprei dove altro vivere. Ho fatto tutto qui: università, figli, matrimonio, lavoro. Milano mi somiglia. Parla poco, non ha tempo, sembra che non si affezioni a nessuno, ma non è così. (Daria Bignardi)
  • E disse il sindaco in campagna elettorale: Milano è la città più europea del mondo. Neanche New York è così europea come Milano. (Claudio Bisio)
  • Hanno fatto Milano 2, Milano 3, fra qualche anno arriveranno a fare Milano 15: un’oasi di verde a soli 5 minuti dal centro di Pescara. (Paolo Rossi)
  • La gente guarda Milano e pensa: il lavoro, la moda, la Bocconi. Io qua vedo solo soldi sporchi. So’ i soldi sporchi che tengono insieme i mattoni di questa città. (Antonio Gerardi)
  • Amo Milano perché quando il sole sorge nessuno se ne accorge. (Dargen D’Amico)
  • Roma è un grande pianeta. Milano è una stella. La più grande. (Andrea Fiorgentili)
  • La cosa più bella di Roma è il treno per Milano! (Francesco Schiavone)
  • L’unico luogo che forse potrei scambiare con Napoli è Milano, l’altra grande metropoli italiana. (Toni Servillo)
  • Milano è una città che dà tanto ma chiede tanto. Chi viene da fuori va via con il mal di testa, è come una giostra veloce, ma se ci sali è molto bello. (Enrico Bertolino)
  • Se vuoi andare a 100 all’ora devi stare a Milano. (Dino Meneghin)
  • Per Milano provo un attaccamento morboso. Qui ho ricevuto molto di più di quello che ho dato. (Umberto Smaila)
  • Milano è “bilanciocentrica”, la cultura e l’attenzione per il sociale non esistono. Ma confidiamo nei suoi eroi e nei loro maglioncini magici per risolvere la situazione: un esercito di Ferocissimi Bloggettari Anonimi contro il sistema, ma solo dopo l’aperitivo. (Manuel Agnelli)
  • La cosa che mi ha colpito di più di Milano fin dalla prima volta, quella che per me rappresenta un po’ l’immagine di Milano, è la nebbia. Per me Milano è la città della nebbia perché in autunno ho visto questa nebbia incredibilmente fitta, un tipo di nebbia che in Giappone non avevo mai visto, e l’ho trovata splendida, bellissima. (Banana Yoshimoto)
  • Io non posso non ricordare la Milano dell’immediato dopoguerra, quando si andava a teatro quasi ogni sera, si fischiava e si applaudiva non a comando e la domenica mattina si parlava di teatro. (Piero Mazzarella)
  • C’è della gente che parla male della nebbia di Milano. Io non conosco quella degli altri paesi, ma questa di Milano è una gran nebbia, simpatica, affettuosa, cordiale. Ti fascia tutto come una carezza. (Catene invisibili)
  • Una volta girovagavo nei desolati quartieri periferici e vagabondavo lungo i terrapieni delle ferrovie, affascinato dal pittoresco romantico di Porta Ticinese, dei canali. Adesso c’è la metropoli dei grattacieli, la city un po’ avveniristica, un po’ provinciale: un misto tra il risotto e l’acciaio, che mi diverte. (Alberto Lattuada)

Le più belle frasi su Milano e il suo Duomo

Milano

Il Duomo di Milano viene considerata una delle cattedrali più affascinanti d’Europa. Pochi sanno che è anche la più grande d’Italia e la quarta più grande al mondo. Consacrata nel 1418, è da sempre considerato il simbolo per eccellenza della capitale lombarda. Sono molti i personaggi che sono rimasti sedotti da questa opera a cielo aperto tanto da averci dedicato un pensiero. Queste le più belle frasi su Milano e sul Duomo:

  • La delicatezza nella grandiosità ed il suo biancore gli conferiscono l’aspetto di un ghiacciaio con mille punte, oppure di una gigantesca concrezione di stalattiti; si fa fatica a credere che esso sia un’opera eseguita da mano umana.(Theophile Gautier)
  • Eppure questa gran massa di peso appare, al dolce chiaro di luna, come un incantevole e fiabesco cristallo di ghiaccio che potrebbe svanire in un istante. Al centro, la guglia maggiore torreggia orgogliosa, come l’albero maestro di un grande vascello in mezzo ad una flotta di battelli costieri. (Mark Twain)
  • Tutte queste sere sono andato, verso l’una del mattino a rivedere il Duomo di Milano. Questa chiesa, rischiarata da una bella luna, offre uno spettacolo di bellezza straordinaria ed unica al mondo. L’architettura non mi ha mai offerto simili sensazioni. (Stendhal, 5 novembre 1816)
  • Fra le tue pietre e le tue nebbie faccio
    villeggiatura. Mi riposo in Piazza
    del Duomo. Invece di stelle
    ogni sera si accendono parole.
    Nulla riposa della vita come
    la vita. (Umberto Saba)
  • Inverno a Milano.
    Vedete là nel cielo, in quel piccolo sole
    d’inverno tra le nebbie, un ricordo del sole?
    Come la luna guarda e si lascia guardare.
    Milano a mezzogiorno è già crepuscolare.
    E gli alberi anneriti in quel freddo d’argento
    hanno rami gentili, a tratti passa il vento,
    un vento senza voce, a poco a poco imbruna.
    Solo il piccolo sole come una grande luna.
    Così il Duomo fiorito di grigio e di lichene
    appare nelle nebbie delle notti serene. (Alfonso Gatto)
  •  Milano. Il Duomo gocciola verso l’alto. (Marcello Marchesi)
  • Il Duomo di Milano è paracetamolo sempre pronto per le tue tonsille. (Calcutta)

Le più belle frasi su Milano e i Milanesi

Milano

Intorno ai milanesi girano tanti pregiudizi e leggende, come ad esempio che sono chiusi, ma solo chi li ha conosciuti veramente può capire il loro animo. Ecco le più belle frasi su Milano e sui milanesi.

  • L’uomo produttivo, il milanese, preferisce la doccia: consuma meno acqua, meno tempo e si lava meglio. Il napoletano invece, se si decide, preferisce il bagno: s’intallea come si dice a Napoli, cioè si attarda e tiene tutto il tempo che vuole per pensare. (Luciano de Crescenzo)
  • Sono venuto su Marte per sfuggire ai Milanesi! – Uèla! Hai fatto bene, pirla! (Andrea Ferrari)
  • Ma, dico, se i milanesi, a Milano, quando c’è la nebbia, non vedono, come si fa a vedere che c’è la nebbia a Milano? (Antonio De Curtis)
  • I bambini milanesi a Natale si incazzano se Babbo Natale arriva in ritardo. (Giovanna Donini)
  • Amo più i milanesi che Milano, più Roma che i romani. (Roberto Gervaso)
  • I milanesi sono produttivi, con una profonda visione etica del lavoro, un forte senso della giustizia sociale, della trasmissione del benessere alle generazioni future e con un rispetto totale della civiltà, dei diritti, della tolleranza e della solidarietà. (Umberto Veronesi)
  • I milanesi sono l’unico popolo che io conosca che ha perso il senso della propria provenienza. Non hanno più un rapporto di identità culturale con le proprie istituzioni. Il pubblico milanese è bonario, critica poco e se mai non consuma. Gli si può dare foie gras per due anni e se poi si passa alla buseca non è che quelli dicano vogliamo il foie gras; mangiano meno buseca e se ne vanno. Son così i milanesi. (Philippe Daverio)
  • Sono orgogliosamente milanese, finché posso non me ne andrò dal mio quartiere, anche se a Milano non ci si sente più cittadini, partecipi dei progetti ma ci si sente arredo urbano. Non c’è più l’identità di cittadino, la gente non guarda più in là del proprio zerbino. (Enrico Bertolino)

Proverbi su Milano

Milano

Come per ogni città d’Italia esistono dei proverbi tipici che sono i veri Milanesi sanno pronunciare. Eccone alcuni davvero significativi:

  • Dai parenti di Milano vacci con la roba in mano.
  • Se si va a Milan bisogna fare come fan.
  • Solo a Milan si mangia.
  • Milan dis e Milan fa.
  • Milan l’è un gran Milan.
  • Chi volta il culo a Milan volta il culo al pan.
  • Milan può far, Milan può dir, ma non può far dell’acqua vin.
  • Milano la grande, Venezia la ricca, Bologna la grassa, Firenze la bella, Padova la dotta, Ravenna l’antica, Roma la santa.