Yoga sulla neve, la tendenza dell’inverno 2015

di Cinzia Rampino


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Anche se pare essere un’invenzione dei nostri tempi, lo Yoga sulla neve è una delle naturali evoluzioni della disciplina dello Yoga che può, di fatto, essere praticata ovunque.

Diverse, certamente, le località sciistiche in Italia e nel mondo che si attrezzeranno per permettere ai turisti e agli sciatori appassionati di Yoga di poterlo praticare sui pendii e le valli innevate.

Intanto, la prima località attrezzata pre praticarlo è la Corviglia, vicino a St. Moritz, in Canton Grigioni, anche prima pista di yoga del mondo sulla neve. Qui ci si può, infatti, rilassare con qualche posizione Asana mentre si scende la pista Paradiso. Sono quattro i punti segnalati dove si possono praticare gli esercizi, da soli o sotto la guida di un istruttore della Suvretta Snowsports School.

Le Asana che si possono praticare sono:

Tadasana (la montagna), posizione in piedi che permette di rinforzare mente e corpo, portando calma e rilassamento: Respirate tranquillamente per rilasciare lo stress e migliorare la concentrazione. Tenete gli occhi chiusi.

Prana (respirazione ed equilibrio), posizione in piedi: Portate le mani alle orecchie e chiudete gli occhi. Inspirate con il naso ed espirate con la bocca.

Surya Namaskara (Unire. È il saluto al sole): porta consapevolezza, apertura. Respirate a pieni polmoni.

Virabhadrasana 2 (il guerriero; forza e volontà). Regala forza mentale e fisica.

Trikonasana (posizione del triangolo esteso). Il piegamento si può fare con gli sci ai piedi: cercate prima una base stabile. Piegatevi sia a destra che a sinistra, guardando verso il cielo.

Vrksasana (posizione dell’albero) utile per trovare forza e stabilità: rimanete in equilibrio su una gamba, prima su quella a valle e poi su quella a monte. Riuscite a chiudere gli occhi e a rimanere in equilibrio.

Uttanasana è il piegamento in avanti, che distende le gambe e la schiena. Appoggiate le mani sulla neve e distendete le gambe e le braccia, con la testa che guarda in basso.

Savasana, posizione perfetta per concludere l’allenamento. Distendetevi a terra e lasciatevi andare, chiudendo gli occhi. Allargate le braccia spingendole sulla neve, poi chiudetele ravvicinandole al corpo.

LEGGI ANCHE:

Hatha Yoga, benefici per ansia stress e mal di schiena

Voga, la nuova tendenza del fitness

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

Le cisti ovariche sono sacche piene di liquido che si formano all’interno o sulla superficie delle ovaie. La maggior parte delle donne svilupperà almeno una cisti ovarica nel corso della vita, spesso senza nemmeno rendersene conto. Sebbene molte cisti siano innocue e si risolvano da sole, alcune possono causare sintomi o complicazioni che richiedono un […]

L’Australia è stata di recente colpita dall’influenza aviaria H5N1. Ad essere contagiata è stata una bambina di 2 anni e mezzo, risultata positiva e curata in terapia intensiva in un ospedale australiano dopo un viaggio in India. A dare l’annuncio è stata l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), che ha così dichiarato: “Si tratta della prima […]