Masturbazione femminile: anche le donne amano l’autoerotismo

di francesca


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Il nostro consiglio è quello di non privarvi del piacere dell’autoerotismo! Decidete voi se parlarne o meno, ma imparate a coccolarvi regolarmente con le carezze intime: è davvero un toccasana contro la stanchezza, il malumore e persino contro il mal di testa!

L’autoerotismo nelle donne si basa principalmente sulla stimolazione del clitoride e permette alle donne di provare piacere e di raggiungere l’orgasmo; a volte la soddisfazione sessuale che si raggiunge con la masturbazione è persino maggiore di quella che si raggiunge con un rapporto sessuale completo.

La masturbazione femminile non deve comunque essere vissuta dalle donne in contraddizione al sesso. Addirittura l’autoerotismo può essere parte integrante del rapporto sessuale: avete mai provato a masturbarvi davanti al vostro compagno? Non solo aumenterete la sua eccitazione ma lo aiuterete a capire cosa vi piace e quali sono le vostre zone erogene!

Ma veniamo al dunque: come si pratica la masturbazione femminile? Ogni donna chiaramente ha il suo metodo per masturbarsi e provare piacere ma principalmente le tecniche dell’autoerotismo sono due:


  • Masturbazione femminile con le dita. La maggior parte delle donne amano masturbarsi direttamente con le dita, soprattutto se hanno già preso un po’ di confidenza con la propria sessualità. Mettetevi in una posizione comoda, ad esempio sdraiate a pancia in giù o supine e iniziate a massaggiare il vostro clitoride. Trovate il giusto ritmo ed i movimenti che vi procurano più piacere. Lasciatevi guidare dal vostro corpo e continuate fino a raggiungere l’orgasmo! Le donne più esperte nell’autoerotismo amano abbinare la stimolazione del clitoride con la penetrazione con le dita: il piacere che ne deriva può essere molto intenso tanto da farvi provare lo squirting!

  • Masturbazione femminile con gli oggetti. Date sfogo alla vostra fantasia per scegliere gli oggetti più adatti per masturbarvi, a volte può bastare lo sfregamento del clitoride su un cuscino per procurarvi piacere! Se amate raggiungere l’orgasmo in modo veloce e con poco dispendio di energie la soluzione sono i sex toy: ormai ne esistono davvero di tutti i tipi e per tutti i gusti, dai falli artificiali ai vibratori di ogni forma. Utilizzate i giocattoli erotici per stimolare il clitoride, da sole o con il partner. Il piacere è assicurato!

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

Nel Nord America sta destando molta preoccupazione tra gli scienziati e ambientalisti una nuova patologia dal nome insolito: la malattia del “cervo zombie”, nota anche come patologia da deperimento cronico (CWD). La malattia ha colpito già 800 cervi e alci nello stato del Wyoming, un numero spropositato se si considera che il primo caso era […]

Soprattutto con l’avanzare dell’età, l’osteoporosi è una malattia che può presentarsi frequentemente: assottiglia la struttura interna delle ossa tanto che basta anche una piccola caduta o urto contro per causare una frattura. Questo può accadere in qualsiasi punto dello scheletro, ma sono soprattutto le fratture del polso, dell’anca e della colonna vertebrale a presentarsi con […]

Il problema dello smog sta diventando sempre più drammatico con sforamenti continui dei livelli consentiti di Pm10 e Pm2,5 nelle principali città italiane. A rischio non c’è solo l’ambiente, ma anche la nostra stessa salute. Ecco perché è importante seguire una serie di buone pratiche che possono aiutare a tutelarsi e ridurre l’esposizione al pericoloso […]

Oggi c’è una nuova speranza per i giovani affetti dalla malattia di Crohn. Una dieta mirata potrebbe, infatti, portare alla remissione della patologia infiammatoria dell’intestino tenue e del colon, anche nei casi più gravi. La sperimentazione, condotta dal reparto di gastroenterologia pediatrica dell’Azienda ospedaliero universitaria Meyer Irccs di Firenze ha ottenuto risultati sorprendenti, aprendo la […]