Mal di testa da cattiva digestione: combattilo in modo naturale!

di francesca


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

span.c3 {width: 649px; font-weight: normal; margin: 10px 0px;} Le cause del mal di testa possono essere davvero numerose: sinusite, problemi di vista, stress, stanchezza, cambiamenti ormonali e persino cattiva digestione. Il mal di testa da cattiva digestione è di solito un’emicrania che si localizza sulla tempia e sullo zigomo, fra naso e occhio, e sopraggiunge subito dopo il pranzo. La causa di questo tipo di mal di testa è una digestione lenta e difficoltosa che può essere collegata all’abuso di cibi che affaticano il fegato (come fritti o insaccati), ad un’alimentazione scorretta ma anche ad intolleranze alimentari.

Per combattere il mal di testa causato da una digestione lenta potete prendere un comune analgesico ma in questo modo agirete soltanto sui sintomi e comunque non sempre sarete in grado di sconfiggere il dolore. Molto più saggio è cercare di combattere il mal di testa senza farmaci, agendo direttamente sulla causa principale ovvero cercando di migliorare la digestione.

Ecco allora alcuni rimedi naturali contro il mal di testa digestivo da usare nelle occasioni in cui la digestione è più difficile. Abbinateli ad un’alimentazione sana e leggera per ridurre in modo significativo la cefalea digestiva!

  • Un comune rimedio naturale contro la digestione difficile è il canarino, un infuso di bucce di limone in acqua bollente. Utilizzate soltanto limoni non trattati e fate bollire la scorza per alcuni minuti. Il risultato è una bevanda calda dal sapore gradevole e senza controindicazioni, perfetta per far passare il mal di testa digestivo soprattutto quando sopraggiunge la sera dopo una cena abbondante.
  • In alternativa potete preparare anche una tisana di menta, anice e verbena, piante digestive che favoriscono il rilascio dei succhi gastrici nello stomaco e facilitano la digestione.
  • Un rimedio famoso fin dall’antichità per combattere la digestione lenta è il coriandolo, non soltanto è un’ottima pianta aromatica ma riesce a calmare gli spasmi gastrici e ad alleviare i sintomi di un mal di testa digestivo.
  • Infine se il mal di testa da cattiva digestione vi colpisce nel bel mezzo di un pranzo di lavoro e non avete modo di prepararvi una tisana a base di erbe, potete sempre concedervi un buon caffè ristretto, meglio se amaro: favorisce la digestione e grazie alla caffeina è un rimedio efficace contro emicrania e cefalea.

Foto da
irissalute.it/2010/07/08/che-mal-di-testa/
farmaciaconcordia.com/listNews.jsp?idN=1208
blog.giallozafferano.it/…/caffe-ed-emicrania/

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

Il bicarbonato è un ingrediente molto versatile utilizzato non solo per digerire, ma anche come dentifricio, alleato di bellezza per rendere luminosi i capelli, come scrub per il viso e la pelle, per il trattamento dell’acne e come detergente naturale. Nonostante i suoi molteplici usi e gli effetti benefici per la salute, bisogna stare molto […]

Il tumore al colon è senza dubbio uno dei tumori più insidiosi, noto per la sua natura subdola e la sua inclinazione a manifestarsi in tarda età, anche se sta cominciando a destare preoccupazioni anche tra i giovani. In base ai dati forniti dall’AIRC questo tumore rappresenta il 10% dei tumori diagnosticati a livello globale, […]

Torna la primavera e come sempre tornano le prime allergie di stagione. A soffrirne sarebbe circa un quarto della popolazione e i numeri sarebbero in costante aumento, soprattutto nei Paesi occidentali e industrializzati. Le allergie primaverili colpiscono anche gli adulti che prima non ne hanno mai sofferto. Ma quali sono le più comuni allergie di […]

Tutti almeno una volta nella vita hanno sentito parlare di colesterolo, uno degli indicatori più importanti della nostra salute da tenere sempre sotto controllo. Capita spesso che per ridurlo siano utilizzati dei farmaci di origine naturale, ma il piùù delle volte sarebbe sufficiente intervenire con un’apposita dieta consumando alimenti in grado di ridurre gli accumuli […]