Mal di schiena: da cosa è causato e come prevenirlo

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Photo by Karolina Grabowska

Il mal di schiena è un problema molto diffuso che non conosce differenze di genere, età o posizione sociale. La maggior parte delle persone lo sperimenta almeno una volta nell’arco della propria vita, ma in alcuni casi può diventare debilitante.

Le cause che possono portare alla comparsa di dolore alla schiena sono davvero tante e includono posture errate, sollevamento di carichi eccessivi e patologie come l’ernia del disco. Tra i metodi più efficaci per ridurre la comparsa di questo problema troviamo l’uso di sedie e postazioni di lavoro ergonomiche, nonché l’adozione di stili di vita sani.  È anche possibile prevenire il mal di schiena mediante esercizi mirati, come lo stretching e quelli volti a rafforzare la muscolatura.

In caso di comparsa di dolori alla schiena, è possibile intervenire con soluzioni di automedicazione, volte a ridurre il dolore e l’infiammazione. In caso di dolori persistenti e continuativi, sarebbe invece indispensabile contattare il proprio medico curante, il quale potrà individuare la causa del problema e prescrivere la terapia più idonea.

Mal di schiena: le cause più comuni

Il mal di schiena è, in molti casi, una condizione transitoria che tende a risolversi spontaneamente nell’arco di pochi giorni. Nella maggior parte dei casi, tra le cause primarie rientrano:

  • le posture errate;
  • mantenere la medesima posizione per molte ore consecutive;
  • sollevare carichi eccessivi;
  • effettuare il sollevamento di pesi in modo errato.

Mentre le prime due sono frequenti per gli studenti e per chi lavora in ufficio e trascorre molte ore seduto, spesso in posizioni non idonee, le ultime due riguardano prevalentemente chi svolge lavori pesanti o effettua attività sportive particolari, come il sollevamento pesi. Anche trascorrere molte ore in piedi nella stessa posizione può portare alla comparsa di dolori alla schiena.

Alcuni fattori che possono favorire la comparsa del mal di schiena sono il sovrappeso, la sedentarietà e persino lo stress.

Quali patologie possono causare dolori alla schiena?

In alcuni casi, il dolore alla schiena è dovuto a vere e proprie patologie che richiedono l’intervento di uno specialista. Tra le principali rientrano l’ernia del disco, causata dalla rottura di un disco intervertebrale con fuoriuscita di materiale, e la sciatalgia, ossia l’infiammazione del nervo sciatico.

Anche alcune malattie possono provocare dolori alla schiena. Tra queste troviamo le infezioni e i tumori.

Come prevenire il mal di schiena

Per prevenire il mal di schiena è possibile mettere in atto alcune semplici strategie, volte a ridurre i fattori che potrebbero portare alla sua comparsa.

In primo luogo, è necessario rinforzare la muscolatura e rendere le articolazioni più elastiche tramite esercizi mirati, volti anche a ridurre la sedentarietà.Chi lavora in ufficio o in smart working, trascorrendo molte ore davanti a un computer, deve rendere la propria postazione di lavoro ergonomica, posizionando monitor e tastiera ad altezze idonee e scegliendo una sedia ergonomica. Fondamentale inoltre non rimanere immobili per troppe ore consecutive. Alzarsi dalla sedia, fare un po’ di stretching e camminare sono tutte attività che aiutano a distendere i muscoli e a ridurre l’insorgenza di dolori.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

Perdere peso sì ma a quale prezzo? Un team di ricerca statunitense ha scoperto un’inquietante associazione tra l’uso della semaglutide, un noto farmaco per perdere peso, e un rischio superiore di neuropatia ottica ischemica anteriore non arteritica (NAION), una grave malattia oculare che può sfociare nella cecità improvvisa. Anche se i risultati devono ancora essere […]

Il Ministero della Salute ha recentemente pubblicato un bollettino che segnala un lieve aumento dei contagi da Covid-19. Questo incremento sembra essere correlato alla sottovariante KP.3, che deriva dalla mutazione “madre” JN.1, attualmente predominante. Nonostante la dichiarazione rilasciata dall’OMS a maggio 2023 che ha segnato la fine della fase emergenziale della pandemia, il virus non […]

Foto di Tirachard Kumtanom: Il trekking è un’attività perfetta per chi ama camminare e non vuole rinunciare a vivere, durante la bella stagione, qualche avventura in mezzo alla natura. Appagante e divertente, può essere effettuata praticamente da chiunque, anche dai più piccoli e da chi non è particolarmente esperto, a patto, naturalmente, di scegliere il […]

Oggi, 28 giugno, la Commissione Europea ha dato il via libera al primo vaccino contro il virus chikungunya, una malattia trasmessa dalle zanzare infette. Il vaccino, chiamato Ixchiq e sviluppato da Valneva, è stato approvato per l’uso in adulti dai 18 anni in su. Nonostante la chikungunya non sia endemica nell’Unione Europea, l’esecutivo comunitario ha […]