Eleuterococco, proprietà e controindicazioni per la salute

di Danila

Fra i rimedi naturali l’eleuterococco è uno dei più efficaci per combattere la stanchezza e fare il pieno di energie. Non a caso viene spesso chiamano ginseng siberiano, ma cerchiamo di capire il perché e quali sono le sue proprietà, ma soprattutto suoi i benefici per la nostra salute.

Proprietà benefiche dell’eleuterococco

L’eleuterococco rientra a pieno titolo tra quelle piante ed erbe che sono realmente in grado di migliorare le performance dell’organismo, favorendo l’equilibrio del sistema immunitario, la circolazione sanguigna e anche la lucidità mentale. Per questo motivo è un toccasana contro stress e stanchezza e in tutte le situazioni in cui l’organismo manifesta debolezza, qualunque sia la causa scatenante. Per esempio, può rivelarsi utile per ristabilirsi e rimettersi in forze dopo una brutta influenza o quando siamo particolarmente stanchi. Grazie alle sue proprietà rinvigorenti, inoltre, può rivelarsi un ottimo alleato nei pazienti che soffrono di pressione bassa; a quanto pare è un toccasana anche per risvegliare il desiderio sessuale e in tutti i quei casi in cui si manifesta un calo della libido.

Controindicazioni dell’eleuterococco

Sicuramente non va assunto con troppa leggerezza perché l’eleuterococco può anche avere qualche piccolo effetto collaterale come insonnia, irritabilità, tachicardia e pressione alta, ansia e mal di testa: tutti disturbi transitori che si risolvono con la sospensione del trattamento. Ci sono invece dei casi e delle condizioni in cui la somministrazione dell’eleuterococco è assolutamente controindicata, come nel caso dei pazienti diabetici, in gravidanza e durante l’allattamento. Non va inoltre assunto insieme a barbiturici, ad alcuni antibiotici e ai farmaci per la pressione bassa. Per sicurezza prima di farne uso sarebbe sempre il caso di consultare il medico.

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria