È possibile restare incinta durante la menopausa?

di Alice Marchese


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Spesso ci si chiede se durante la menopausa sia possibile o meno rimanere incinta. Ovviamente non è può accadere spontaneamente dal momento che questa è una fase per la donna in cui l’organismo non è in grado di produrre adeguatamente tutti gli ormoni necessari alla maturazione dell’ovulo e alla preparazione dell’utero. Per tale ragione non è possibile rimanere incinta.

Cos’è la menopausa

La menopausa è una fase molto delicata della vita di una donna e ha inizio quando questa trascorre 12 mesi consecutivi senza mestruazioni naturali. Questo periodo si verifica più spesso dopo i 48 anni, segnando la fine del periodo riproduttivo femminile.

A volte accade che ci siano mesi di mancata mestruazione e dunque si pensa erroneamente di essere in menopausa e da quel momento in poi, se un uovo viene rilasciato contemporaneamente al rapporto sessuale non protetto, può verificarsi una gravidanza. Questo periodo è chiamato premenopausa o climaterio ed è caratterizzato da vampate di calore

Leggi anche: Come gestire la sessualità durante la menopausa?

Quando è meglio restare incinte?

Com’è stato detto precedentemente, non è possibile rimanere incinta naturalmente perché le ovaie riducono la produzione di progesterone ed estrogeni, che impedisce la maturazione degli ovuli e la crescita dell’endometrio. Pertanto, oltre a non avere un uovo che può essere fecondato, l’endometrio non crescerebbe abbastanza per ricevere un embrione.

Anche se questo periodo può essere frustrante per chi ci sta provando, e travagliato per chi sta già attraversando il periodo post-menopausale, è possibile attraversare questa fase in modo più sereno. Purtroppo in questo momento il vostro corpo sta decisamente cambiando e alcune sensazioni sono decisamente più amplificate. Ma se si capisce come gestirle, tutto diventa più facile.
Qualora si preferisca una gravidanza quando si è più grandi, non dovete preoccuparvi perché c’è comunque una soluzione. L’unico modo in cui la gravidanza avvenga è durante il periodo pre-menopausa.

Durante questo periodo è più semplice. Scopri come viene eseguita la terapia ormonale sostitutiva. Un aspetto da non sottovalutare è che la gravidanza deve essere attentamente monitorata dall’ostetrica dal momento che si tratta di un momento abbastanza delicato per la donna e questo può arrecare dei danni per il benessere sia della donna, ma anche del bambino in arrivo come complicazioni, diabete gestazionale, eclampsia, aborto, parto prematuro e c’è anche una maggiore possibilità che il bambino abbia qualche sindrome, come la sindrome di Down. Dunque con i giusti accorgimenti e scegliendo il momento giusto, tutto si può gestire al meglio.

Leggi anche: Acido folico in gravidanza: perché è così importante?

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

L’Italia si trova ad affrontare una nuova grave emergenza sanitaria, che colpisce principalmente i più piccoli. Dall’inizio del 2024, i pediatri hanno lanciato l’allarme per una preoccupante epidemia di pertosse, che sta mettendo a rischio la vita dei neonati e dei lattanti non vaccinati. Secondo i dati più recenti, da gennaio a maggio di quest’anno, […]

Il Ministro della Difesa Guido Crosetto è stato ricoverato d’urgenza per una pericardite, trasportato all’ospedale San Carlo di Nancy, città in cui si trovava per presenziare al Consiglio Supremo di Difesa, per essere sottoposto a cure e accertamenti. Oggi, per fortuna, le sue condizioni sono in netto miglioramento, ma che cos’è la pericardite, quali sono […]

La colestasi è una condizione medica caratterizzata da una riduzione o interruzione del flusso della bile dal fegato all’intestino tenue. La bile è un liquido prodotto dal fegato, essenziale per la digestione dei grassi e l’eliminazione di alcune sostanze di scarto dal corpo. Quando il flusso della bile è compromesso, possono insorgere vari problemi di […]