Cura dei denti: vademecum per denti sani e perfetti

di francesca


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

La moda vuole infatti che i denti siano dritti e bianchissimi, dimenticandosi a volte che la cosa più importante è che i denti siano sani. Non cadete anche voi in questo errore! Leggete con attenzione i nostri utili consigli per avere denti sani ed un sorriso perfetto.

  • L’igiene orale è importantissima: ricordatevi di lavarvi sempre i denti dopo i pasti principali, meglio se con un dentifricio ricco di fluoro per proteggere lo smalto dei denti.
  • Utilizzate il collutorio ogni giorno, è un gesto semplice ma molto importante per prendersi cura dei denti. Il collutorio infatti aiuta a rimuovere la placca e a limitare la formazione della carie.
  • Usate il filo interdentale, anche se può sembrare scomodo è un utilissimo strumento per la diagnosi casalinga della carie. Se riuscite a smascherare una carie ad uno stadio iniziale potrete risolvere il danno con una piccola otturazione, evitando trattamenti troppo invasivi (e costosi!) dal dentista.
  • Anche l’alimentazione è fondamentale per la prevenzione della carie: evitate di assumere in modo eccessivo bevande e cibi ricchi di zucchero.
  • Oltre alla cura dei denti, per una pulizia completa della bocca, ricordatevi di spazzolare anche la lingua per eliminare i batteri che vi si annidano. La pulizia della lingua è un valido aiuto anche contro l’alitosi.
  • Per combattere il problema dell’alitosi state attenti anche ai cibi che mangiate e ricordatevi di masticare a lungo e lentamente. Una cattiva digestione è una delle prime cause dell’alito cattivo.
  • Effettuate visite regolari dal dentista, almeno una all’anno! Controlli frequenti servono per avere diagnosi precoci sia delle carie che di altri problemi dentali e della bocca. Ricordatevi di portare dal dentista anche i vostri bambini in modo regolare a partire dai tre anni.
  • La cura dei denti non può prescindere dalla cura delle gengive, attenzione ai processi infiammatori che possono essere dolorosi, far sanguinare le gengive e col tempo portare, se trascurati, anche alla caduta dei denti. È il caso della piorrea, grave malattia infiammatoria di origine batterica che colpisce le gengive. Diagnosticatela per tempo con controlli regolari.

Dal vostro dentista effettuate almeno una volta l’anno anche la pulizia professionale dei denti, che serve a rimuovere il tartaro in modo efficace. Oltre alla salute dei vostri denti né guadagnerà anche il bianco del vostro sorriso!

Foto da
www.pourfemme.it
www.magazine.ayurvediccure.com

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

Soprattutto con l’avanzare dell’età, l’osteoporosi è una malattia che può presentarsi frequentemente: assottiglia la struttura interna delle ossa tanto che basta anche una piccola caduta o urto contro per causare una frattura. Questo può accadere in qualsiasi punto dello scheletro, ma sono soprattutto le fratture del polso, dell’anca e della colonna vertebrale a presentarsi con […]

Il problema dello smog sta diventando sempre più drammatico con sforamenti continui dei livelli consentiti di Pm10 e Pm2,5 nelle principali città italiane. A rischio non c’è solo l’ambiente, ma anche la nostra stessa salute. Ecco perché è importante seguire una serie di buone pratiche che possono aiutare a tutelarsi e ridurre l’esposizione al pericoloso […]

Oggi c’è una nuova speranza per i giovani affetti dalla malattia di Crohn. Una dieta mirata potrebbe, infatti, portare alla remissione della patologia infiammatoria dell’intestino tenue e del colon, anche nei casi più gravi. La sperimentazione, condotta dal reparto di gastroenterologia pediatrica dell’Azienda ospedaliero universitaria Meyer Irccs di Firenze ha ottenuto risultati sorprendenti, aprendo la […]

A Firenze si sono registrati 11 casi di persone risultate positive al vaiolo delle scimmie, dopo una serata trascorsa in discoteca. Secondo le dichiarazioni di Renzo Berti, direttore del dipartimento di prevenzione dell‘Asl Toscana centro, riportate dall’ANSA, si tratta di uomini giovani, eccezion fatta per una persona di mezza età. L’infezione sarebbe stata causata con […]