Bonus Psicologo 2024: al via le domande, i requisiti e come richiederlo

di Gaetano Ferraro


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

A partire da oggi, lunedì 18 marzo, è possibile presentare domanda per il Bonus Psicologo 2024, l’incentivo introdotto lo scorso anno e rifinanziato con l’obiettivo di sostenere le spese di psicoterapia per i cittadini che ne hanno bisogno. C’è tempo fino al 31 maggio 2024 per inoltrare la propria richiesta accedendo al sito Inps con le credenziali SPID, CIE o CNS. Ma come funziona il Bonus Psicologo e chi può richiederlo?

Come funziona il Bonus Psicologo e chi può richiederlo

Il contributo, destinato a chi ha un Isee fino a 50.000 euro, copre fino a 50 euro a seduta per un massimo di 1.500 euro di terapie svolte nel corso del 2023. L’importo effettivo dipende dalla fascia Isee: 1.500 euro per redditi fino a 15.000 euro, 1.000 euro tra 15.000 e 30.000 euro e 500 euro tra 30.000 e 50.000 euro. Il Bonus deve essere utilizzato entro 270 giorni dall’accoglimento della domanda, pena la perdita del diritto.

Possono accedere al beneficio tutti i cittadini maggiorenni residenti in Italia con Isee in corso di validità (ordinario o corrente) inferiore a 50.000 euro. Anche i minori, tramite i propri genitori, possono presentare domanda. L’obiettivo è offrire un supporto concreto a chi ha sofferto di depressione, ansia, stress e fragilità psicologica, fenomeni purtroppo in aumento dopo due anni di pandemia. Le sedute di psicoterapia dovranno essere effettuate presso specialisti privati regolarmente iscritti all’albo degli psicoterapeuti. Una volta inviata la domanda, l’esito viene comunicato tramite sms o email. In caso positivo, si riceve un codice univoco da comunicare allo psicoterapeuta ad ogni seduta. Le graduatorie per l’assegnazione del Bonus terranno conto del valore Isee più basso e, a parità, dell’ordine di arrivo delle domande.

Stanziamenti e numeri del Bonus Psicologo 2024

Per il Bonus Psicologo 2024 sono stati stanziati complessivamente 15 milioni di euro, sufficienti per soddisfare circa 269mila domande, quasi il triplo rispetto alle oltre 170mila domande presentate e 125mila accolte nel 2022. Le risorse eventualmente non spese entro 270 giorni torneranno nelle disponibilità dell’Inps per lo scorrimento delle graduatorie. Tra le novità di quest’anno, oltre all’aumento delle risorse, anche l’innalzamento da 600 a 1.500 euro del tetto massimo per le spese di psicoterapia e l’estensione da 180 a 270 giorni del periodo per usufruirne. Chi ha già beneficiato del Bonus Psicologo nel 2022 può ripresentare domanda anche quest’anno.

Reazioni al Bonus Psicologo 2024

L’avvio del Bonus Psicologo 2024 è stato accolto con favore dalle associazioni di categoria degli psicologi. “Uno strumento importante per molte persone in difficoltà, anche se insufficiente a coprire il crescente bisogno di supporto psicologico della popolazione”, ha dichiarato il presidente dell’Ordine degli Psicologi. Plauso anche da parte delle associazioni dei consumatori, che chiedono ora la definitiva introduzione dello psicologo di base. “Bene il rifinanziamento del Bonus, ma servono risposte strutturali”, ha commentato il presidente di un’importante sigla consumeristica. Ora non resta che attendere i dati sulle domande presentate per capire quante sono state accolte e quante respinte per mancanza di fondi. Il Bonus Psicologo si conferma una misura molto richiesta: anche quest’anno sono attese graduatorie in esubero rispetto alle risorse disponibili.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

Il bicarbonato è un ingrediente molto versatile utilizzato non solo per digerire, ma anche come dentifricio, alleato di bellezza per rendere luminosi i capelli, come scrub per il viso e la pelle, per il trattamento dell’acne e come detergente naturale. Nonostante i suoi molteplici usi e gli effetti benefici per la salute, bisogna stare molto […]

Il tumore al colon è senza dubbio uno dei tumori più insidiosi, noto per la sua natura subdola e la sua inclinazione a manifestarsi in tarda età, anche se sta cominciando a destare preoccupazioni anche tra i giovani. In base ai dati forniti dall’AIRC questo tumore rappresenta il 10% dei tumori diagnosticati a livello globale, […]

Torna la primavera e come sempre tornano le prime allergie di stagione. A soffrirne sarebbe circa un quarto della popolazione e i numeri sarebbero in costante aumento, soprattutto nei Paesi occidentali e industrializzati. Le allergie primaverili colpiscono anche gli adulti che prima non ne hanno mai sofferto. Ma quali sono le più comuni allergie di […]

Tutti almeno una volta nella vita hanno sentito parlare di colesterolo, uno degli indicatori più importanti della nostra salute da tenere sempre sotto controllo. Capita spesso che per ridurlo siano utilizzati dei farmaci di origine naturale, ma il piùù delle volte sarebbe sufficiente intervenire con un’apposita dieta consumando alimenti in grado di ridurre gli accumuli […]