Allenamento addominali bassi: come raggiungere la tua forma fisica ideale

di Redazione

La tua vicina di tapis roulant ha dei perfetti addominali bassi scolpiti che invidi ogni volta che la vedi in palestra? È arrivato il momento di agire, mettendoti all’opera per ottenerli anche tu!

Oggi ti spiegheremo nel dettaglio come fare, illustrandoti il perfetto allenamento per addominali bassi, ma prima di cominciare dobbiamo capire cosa sono e cosa si indica con tale termine. Infatti, con addominali bassi si intende la parte inferiore del muscolo retto dell’addome, ma in realtà la definizione è scorretta, poiché addominali bassi e alti fanno parte dello stesso grande muscolo, il retto dell’addome.

Nonostante questo, ottenere degli addominali inferiori perfetti è possibile, purché tu sia disposta a seguire il giusto programma di allenamento per addominali bassi. Sono poi vari i fattori che influiscono sui risultati, tra cui condizioni patologiche ed età, ma in generale la prima regola da cui partire è uguale per tutte: dimagrire.

Infatti, se non riesci a vedere i tuoi addominali, è perché sono coperti da troppo adipe. Quindi, servirà a poco allenarli se allo stesso tempo non lavorerai anche per diminuire lo strato di grasso che li tiene nascosti!

Come allenare gli addominali bassi

Se ti metterai d’impegno fin da oggi ad eseguire l’allenamento per addominali bassi che ti proporremo di seguito, ti assicuro che potrai notare i primi risultati in pochissime settimane.

Devi però tenere sempre a mente che gli esercizi non bastano, ma sono da affiancare a una vita e un’alimentazione sana, nonché ad un po’ di attività fisica aerobica (perfetta per perdere quello strato di adipe di cui parlavamo prima).

Inoltre, se vuoi ottenere davvero il massimo, ti consigliamo di provare gli integratori Golden Tree, ideali per darti una spinta in più nel tuo percorso verso gli addominali bassi dei tuoi sogni.

Allenamento addominali bassi: i migliori esercizi 

Oggi ti proporremo vari esercizi perfetti per l’allenamento dei tuoi addominali bassi: ognuno di questi è stato elencato per un preciso motivo e l’insieme dei movimenti richiesti è estremamente importante per modellare le fibre muscolari del muscolo retto dell’addome inferiore.
Iniziamo subito!

  1. La V statica: siediti a terra con schiena dritta e gambe e braccia distese davanti a te, poi porta il peso indietro e alza leggermente le gambe, restando in equilibrio grazie agli addominali. Mantieni la posizione il più a lungo possibile.
  2. Piegamento da seduti: siediti a terra con le mani sul pavimento, raddrizza la schiena e piega le gambe facendo leva sulle braccia. Porta le ginocchia verso il petto mantenendo la schiena sempre ben dritta, torna alla posizione di partenza senza appoggiare i piedi e ripeti.
  3. Crunch inverso: posizionati a terra a pancia in su, distendi le braccia verso il basso, piega le gambe e portale verso la testa, in modo che i fianchi si alzino leggermente da terra. Torna alla posizione iniziale con un movimento controllato e ripeti.
  4. La candela: sdraiata a terra a pancia in su, fissa mani e schiena al pavimento, poi porta le gambe il più in alto possibile. Il movimento dovrà essere verticale e controllato, facendo attenzione a non inarcare la zona lombare.
  5. Mountain climber con rotazione: parti dalla posizione per le flessioni, con la schiena dritta e le mani all’altezza delle spalle. Porta il ginocchio al gomito opposto, ruotando leggermente il busto, poi ritorna in posizione e ripeti con gli altri due arti.
  6. Crunch inverso con ostacolo: seduta, con il peso sulle mani e la schiena leggermente indietro, piega le gambe e portale a destra e sinistra, alzandole in un movimento controllato come se dovessi superare un ostacolo invisibile proprio davanti a te.
  7. Circonduzioni delle gambe: siediti a terra e, facendo leva sulle mani, piega le gambe e alza i talloni. I tuoi arti inferiori dovranno creare movimenti circolari, ma fai attenzione che la tua schiena sia sempre ben dritta.
  8. Piedi mobili: mettiti in ginocchio e poni un pezzo di stoffa sotto le dita dei piedi. Appoggia il peso sulle braccia, solleva le ginocchia e stendi le gambe. Mantenendo la schiena sempre ben dritta, avvicina le ginocchia al torace piegando le gambe e attivando gli addominali, poi torna alla posizione iniziale con un movimento controllato e ripeti.

Grazie all’insieme di questi esercizi di allenamento per addominali bassi, rafforzerai in poco tempo tutte le tue fibre muscolari addominali, ottenendo finalmente gli addominali bassi dei tuoi sogni. Allenare solo questi ultimi sarebbe infatti controproducente, poiché rischieresti di incappare in fastidiosi dolori del tutto evitabili.

Inizia subito per raggiungere il prima possibile la tua forma fisica ideale e non dimenticare di continuare a seguirci per nuovi consigli di allenamento!

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria