Alla scoperta del pool running: cos’è e perchè fa bene

di Danila


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

A qualcuno correre non piace; diciamo pure che la corsa per quanto efficace non è poi un’attività così divertente, al contrario invece dello sport che si pratica in acqua. Inoltre d’estate correre all’aria aperta non sempre è una buona idea o comunque bisogna scegliere gli orari migliori, quelli meno caldi, quindi o la mattina presto o la sera, ma non sempre questo è compatibile con le nostre attività. L’alternativa alla corsa allora potrebbe essere la pool running, un’attività molto simile che però si pratica in acqua, esattamente si tratta di una corsa in piscina.

L’acqua jogging in pratica è un’attività che può essere praticata da tutti, specialmente se si considera che la pool running nasce come prassi riabilitativa in caso di infortuni, ma ormai sta diventando una vero e propria moda, un’attività sportiva divertente che ci consente di tenerci in forma, esattamente come quando andiamo a correre al parco.

Ma qual è il vantaggio di correre in acqua? Perché dovremmo scendere dal tapis roulant ed entrare in una piscina? Innanzitutto questa attività andrebbe praticata in alternativa alla corsa almeno una volta a settimana proprio perché variare l’allenamento è importante, poi perché la pool running ha un impatto minore sulla muscolatura rispetto alla corsa ma consente di fare un lavoro profondo, che prepara il corpo ad una sessione di allenamento più intensa.

Inoltre non è un’attività meno faticosa della corsa perché lo scopo è mantenere i piedi appoggiati sul fondo e basta provarci per rendersi conto che non solo non è semplice, ma che è anche molto faticoso. Dunque vale assolutamente la pena provare anche la pool running!

LEGGI ANCHE:

5 cose che ogni amante della corsa dovrebbe sapere

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

Il problema dello smog sta diventando sempre più drammatico con sforamenti continui dei livelli consentiti di Pm10 e Pm2,5 nelle principali città italiane. A rischio non c’è solo l’ambiente, ma anche la nostra stessa salute. Ecco perché è importante seguire una serie di buone pratiche che possono aiutare a tutelarsi e ridurre l’esposizione al pericoloso […]

Oggi c’è una nuova speranza per i giovani affetti dalla malattia di Crohn. Una dieta mirata potrebbe, infatti, portare alla remissione della patologia infiammatoria dell’intestino tenue e del colon, anche nei casi più gravi. La sperimentazione, condotta dal reparto di gastroenterologia pediatrica dell’Azienda ospedaliero universitaria Meyer Irccs di Firenze ha ottenuto risultati sorprendenti, aprendo la […]

A Firenze si sono registrati 11 casi di persone risultate positive al vaiolo delle scimmie, dopo una serata trascorsa in discoteca. Secondo le dichiarazioni di Renzo Berti, direttore del dipartimento di prevenzione dell‘Asl Toscana centro, riportate dall’ANSA, si tratta di uomini giovani, eccezion fatta per una persona di mezza età. L’infezione sarebbe stata causata con […]

La recente lettera della Società psicoanalitica italiana inviata al Ministro della Salute Orazio Schillaci, in cui si esprimeva una certa preoccupazione riguardo all’uso di farmaci per la disforia di genere in adolescenza, ha scatenato un acceso dibattito sui giornali. L’argomento in realtà non è nuovo, già nel 2018 se ne era parlato con riferimento al […]