21 agosto 2018 |

Tutte le proprietà del succo di noni, un concentrato di benessere

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Sapete perchè fa bene bere succo di noni? Ecco cosa sapere su questo concentrato di benessere!

Il succo di noni è un potente antiossidante, contiene serotonina, protegge le pareti dello stomaco e intestino e contrasta stanchezza e stress; questo perchè decine di vitamine e oligoelementi agiscono sinergicamente sul nostro organismo. Il noni, venduto in succo, compresse o puro, è un incredibile prodotto nutraceutico, cioè nutriente e farmaceutico. Scopriamo tutte le proprietà del succo di noni, un vero concentrato di benessere!

Il noni è una pianta esotica della famiglia delle rubiaceae, originaria delle zone calde del Sud-Est Asiatico. Si tratta di un piccolo albero sempreverde con piccoli frutti verdi simili ai nostri gelsi, detti infatti gelsi indiani. Il frutto è ricchissimo di principi attivi, per questo motivo sin dall’antichità il succo di noni veniva usato a scopi terapeutici per le sue numerose proprietà benefiche e oggi è impiegato in fitoterapia e nelle cure della medicina alternativa.

Succo di noni, a cosa serve?

Il succo di noni si estrae a freddo dal gelso indiano e viene poi fatto fermentare e pastorizzare per mantenerne integri i principi nutritivi. Il sapore del succo di noni non è per niente gradevole, anzi, risulta essere amaro e aspro e con un colore marrone scuro e una consistenza densa e un po’ vischiosa. Per questo motivo il succo di noni, per essere venduto come bevanda salutare, viene spesso miscelato ad altri succhi di frutta che lo addolciscono e ad acqua per diluirne la densità.

Il succo di noni è ricco di componenti essenziali: vitamine, minerali, oligoelementi, enzimi, amminoacidi, polisaccaridi, steroli, alcaloidi, antiossidanti, flavonoidi, proteine, grassi, carboidrati e fibre. Le più importanti vitamine contenute nel succo di noni sono la vitamina C e A, ma ha anche un buon contenuto di vitamina B3. E’ inoltre una fonte di minerali come potassio, sodio, ferro, calcio, magnesio, fosforo, selenio, zinco, rame, zolfo.

Qual è la caratteristica di questo succo? Il fatto che questi principi attivi agiscano sinergicamente per il benessere dell’organismo come in un prodotto nutracetico.

Le virtù terapeutiche del succo di noni sono tante:

  • Ha una potente azione antiossidante e contrasta i radicali liberi, per cui favorisce il rigeneramento cellulare, prevenendo l’invecchiamento cutaneo
  • Favorisce l’assorbimento di minerali, vitamine e amminoacidi a livello intestinale e regola la sintesi delle proteine
  • E’ un potente antinfiammatorio e antibatterico
  • Stimola e aumenta le difese del sistema immunitario
  • Ha un’azione anticoagulante e favorisce la circolazione sanguigna, aumenta l’elasticità dei vasi sanguigni e protegge il sistema cardiocircolatorio
  • Mantiene stabile la glicemia e tiene sotto controllo la pressione
  • Contiene serotonina che va a sostegno del sistema nervoso, migliorando il tono dell’umore e aiutando a regolare il sonno, migliorandone la qualità
  • Aiuta a migliorare la concentrazione ed è utile in caso di stress e per contrastare la stanchezza
  • E’ un energizzante con effetto adattogeno simile al Ginseng, utile nel combattere la debolezza
  • E’ un ottimo antidolorifico e analgesico, efficace contro mal di testa, dolori muscolari e articolari, tendiniti e borsiti, come anche fastidi allo stomaco e dolori mestruali
  • Svolge un’azione protettiva sulle mucose gastrica e intestinale
  • E’ utile anche per curare cistiti e infezioni delle vie urinarie grazie alle sue proprietà antimicotiche
  • Applicato direttamente sulla pelle può essere utile per lenire piccole abrasioni, lievi ustioni o infiammazioni cutanee poiché favorisce la rigenerazione del tessuto dermico.

Noni in capsule, noni in compresse e noni puro

Dai frutti essiccati si possono anche ricavare dei preparati liofilizzati secchi, ottenuti per concentrazione e filtrazione, con cui vengono confezionate capsule, compresse da ingerire oppure polvere da aggiungere ad altre bevande, ma va detto che in questa formulazione il noni perde molte delle sue importanti proprietà benefiche.

Il noni in capsule e il noni in compresse può essere acquistato presso erboristerie specializzate o anche su shop online. Stesso discorso vale per il noni puro, ossia il succo estratto naturale, biologico e senza aggiunta di zuccheri, venduto in bottiglia sotto forma di liquido denso.

Come si assume il succo di noni: dosaggio e controindicazioni

Il succo di noni va consumato a stomaco vuoto, lontano dai pasti. L’ideale è bere un bicchiere a digiuno al mattino, poi aspettare 30-40 minuti prima di assumere cibo per favorire l’assorbimento delle sostanze nutritive. Generalmente l’assunzione di succo di  noni si può protrarre con continuità e regolarmente per uno o due mesi. Può essere diluito in acqua, ma è meglio evitare di mescolarlo a tè, tisane, latte, caffè o alcolici che ne inibiscono i principi attivi.

Ecco invece a cosa bisogna stare attenti se si vuole consumare il noni:

  • Può causare aborto: per la sicurezza del bambino, in gravidanza è bene evitarlo del tutto e anche durante l’allattamento,
  • Può interagire con farmaci diuretici, anti-ipertensivi e anticoagulanti
  • Per l’alta concentrazione di potassio, il noni è controindicato in caso di insufficienza renale e in presenza di problemi al fegato
  • Può causare reazioni allergiche, quindi bisogna valutarne attentamente la sensibilità personale
  • E’ sconsigliata l’assunzione di succo di noni in concomitanza con guaranà e nicotina
  • Se preso in dosi eccessive può dare luogo a problemi a diarrea, gonfiore; in tal caso è sufficiente interromperne l’assunzione.

In ogni caso è sempre bene consultare il medico curante, un erborista esperto o un naturopata fitoterapico prima di consumarlo.

Potrebbe interessarti anche