Abiti tossici, la denuncia di Greenpeace ai grandi marchi

di francesca


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Greenpeace punta il dito contro alcuni grandi marchi del fashion: i loro abiti sarebbero tossici e potrebbero provocare seri danni agli organi riproduttivi. Cadono nel mirino del rapporto “Dirty Laundry 2” presentato a Pechino,  Adidas, il marchio svedese H&M, Abercrombie & Fitch, Lacoste, Ralph Lauren, Converse e Calvin Klein, e insieme a loro altri marchi che userebbero materiali, illegali in molti paesi, per le loro produzioni.

Secondo l’organizzazione internazionale a difesa dell’ambiente tali marchi, che producono le loro collezioni in Cina, Malesia e nelle Filippine,  utilizzerebbero nonilfenoli etossilati, sostanze chimiche molto pericolose per la nostra salute. Ebbene, se molti di voi si guardano bene dall’indossare abiti di fattura cinese, sappiate che non c’è da fidarsi neppure dei grandi marchi.

I nonilfenoli – ha spiegato la portavoce di Greenpeace – possono contaminare la catena alimentare ed essere assunti dagli organismi viventi, minacciando così la loro fertilità, il loro sistema di riproduzione e la loro crescita”. Il problema, inoltre, è che tali sostanze vengono rilasciate dai capi ad ogni lavaggio, diffondendosi così anche in quei paesi in cui l’uso di queste sostanze è vietato.

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

Realizzato a mano, con affetto. La passione per l’uncinetto è letteralmente esplosa negli ultimi anni. La pandemia, costringendo molti a restare a casa, ha facilitato la riscoperta o l’apprendimento di nuovi hobby. Inoltre, la crescente importanza della sostenibilità e dei prodotti artigianali sta trasformando queste scelte in vere necessità. Di conseguenza, la moda crochet è […]

Negli ultimi anni, il termine “thrifting” è entrato nel lessico comune, soprattutto tra i giovani e gli appassionati di moda. Ma cosa significa esattamente thrifting e perché sta diventando una tendenza così popolare? Il thrifting, in parole semplici, è l’arte di trovare capi d’abbigliamento, accessori e altri articoli di seconda mano, spesso a prezzi molto […]

Tra le tendenze più diffuse nel 2024 c’è anche lo stile boho-chic, che con i suoi abiti vaporosi ed eterei, ispirati agli anni ’70, e l’uso di materiali naturali tornerà a dominare le passerelle, dopo essere comparso sulla scena intorno ai primi anni 2000, indossato da modelle come Kate Moss, Sienna Miller e le gemelle […]

Il 3 giugno 1946 è una data storica per il mondo della moda. A Parigi, il designer di moda Louis Réard presentava per la prima volta il bikini, un indumento destinato a rivoluzionare per sempre non solo l’abbigliamento da spiaggia, ma anche il concetto di femminilità e libertà. Secondo la professoressa Valeria Magistro, docente di […]