Neonati e allattamento sicuro al seno, 5 consigli dei pediatri

di Redazione

In attesa dei risultati del riscontro diagnostico su quanto accaduto all’ospedale Pertini di Roma, dove un neonato è deceduto nel letto della mamma che lo stava allattando, va sottolineato che tale evento potrebbe rientrare, secondo quanto spiega il Tavolo tecnico allattamento al seno della Società Italiana di Pediatria, SIP, nell’ambito del Sudden Unexpected Postnatal Collapse, ovvero collasso neonatale improvviso e inaspettato.

“Con questa definizione – ha specificato  Guglielmo Salvatori, responsabile del Tavolo – si esprime un raro e improvviso evento, a volte un decesso, in una gran parte dei casi senza spiegazione, che può verificarsi nei primi 7 giorni di vita”.

La SIP, nell’esprimere cordoglio, offre dei suggerimenti utili.

Contatto pelle a pelle nelle prime 2 ore

“Se il bimbo è nato a termine e senza complicazioni – ha aggiunto Salvatori – si può stabilire fin da subito un contatto pelle a pelle. Bocca e naso devono essere sempre visibili dalla mamma per evitare che la respirazione non sia ostruita dalle mammelle. Il bimbo va osservato: è importante che lo faccia la mamma o un caregiver (spesso il papà), e il personale sanitario”.

Focalizzarsi per vivere il momento

“È stato calcolato -rileva Salvatori – che le mamme inviano circa 30 messaggi nelle due ore successive al parto: è un aspetto di condivisione sociale bello, ma è importante anche vivere a pieno il momento”. Non esiste una posizione ideale per allattare, ma essere vigili sul fatto che il piccolo respiri bene e abbia un buon colorito.

Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!

Favorire il rooming-in

Tenere il neonato nella stessa stanza della mamma permette di rafforzare il legame e incentivare l’allattamento al seno. È più sicuro che il bimbo dorma nella culletta, evitando materassi o cuscini molto morbidi. Va raccomandato che dorma a pancia sopra.

Non aver timore di chiedere che il neonato venga portato nella nursery se si ha bisogno di riposare

“Non è qualcosa di cui vergognarsi – sottolinea la presidente SIP Annamaria Staiano -: la stanchezza dopo il parto può colpire tutte le donne, in misura diversa”.

Non aver paura di ciò che può accadere mentre si allatta

L’allattamento al seno, quando possibile – ha aggiunto Staiano – è un toccasana per la salute del bambino e della mamma. È sicuro e non bisogna avere alcuna paura”.

Foto da depositphotos.com.

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

2 min

La gestazione è un periodo estremamente complesso, ma il benessere in gravidanza è la priorità ed è importante concentrarsi sulle emozioni. Si tratta di un’esperienza unica, piena anche di dubbi e incertezze sul proprio futuro, quello del nascituro e anche sul presente. Ecco come fare per vivere questi nove mesi in totale tranquillità. Benessere in […]

2 min

Una delle domande più frequenti è quando dovrebbe essere la temperatura basale del nostro corpo. Si tratta di un valore abbastanza importante per calcolare l’ovulazione. L’aumento della temperatura basale è quello più affidabile, che va quindi misurato se vuoi essere sicura di restare incinta. Ma come si misura la temperatura basale? Scopriamolo insieme! Temperatura basale: […]