Come deve essere la temperatura basale per restare incinta?

di Alice Marchese

Una delle domande più frequenti è quando dovrebbe essere la temperatura basale del nostro corpo. Si tratta di un valore abbastanza importante per calcolare l’ovulazione. L’aumento della temperatura basale è quello più affidabile, che va quindi misurato se vuoi essere sicura di restare incinta. Ma come si misura la temperatura basale? Scopriamolo insieme!

Temperatura basale: come si misura

La temperatura aumenta dal giorno immediatamente successivo all’ovulazione; in altre parole, quando viene rilevato sistematicamente un valore più alto rispetto ai primi giorni del ciclo, significa che l’ovulazione è avvenuta.

Una volta superata l’ovulazione la temperatura rimane più elevata per un intervallo di tempo variabile tra 12-16 giorni, ossia fino al flusso mestruale successivo. Qualora vi rendiate conto che la temperatura non accenna a scendere dopo 18 giorni, la gravidanza è considerata molto probabile, anche se non è l’unica spiegazione possibile. In questo caso è opportuno anche consultare il proprio specialista.

Quando si deve registrare la temperatura basale

Sarebbe opportuno misurarla ogni giorno soprattutto:

  • al mattino appena sveglie, possibilmente sempre più o meno alla stessa ora,
  • prima di uscire dal letto o di aver fatto qualsiasi altra cosa,
  • sempre con la stessa modalità (a scelta in bocca oppure, preferibilmente, per via rettale o vaginale),
  • sempre con lo stesso termometro.

Come misurarla

Si può acquistare un termometro specifico in farmacia, ma nel caso in cui ne abbiate già uno in casa di buona qualità va anche bene. Quelli da fronte, da orecchio, o senza contatto non sono utili in quanto in questi casi la precisione non è sufficiente a registrare le piccole variazioni di temperature coinvolte.

Leggi anche: Acido folico in gravidanza: perché è così importante?

Quanto deve essere la temperatura per rimanere incinta

L’aspetto più importante da capire è se la temperatura aumenta dal giorno immediatamente successivo all’ovulazione; in altre parole, quando viene rilevato sistematicamente un valore più alto rispetto ai primi giorni del ciclo, significa che l’ovulazione è avvenuta.

A cosa serve la temperatura basale

Dopo aver appreso il valore della nostra temperatura basale, come lo utilizziamo e soprattutto perché è così importante?

  • Offre risultati molto precisi.
  • Permette una valutazione obiettiva e piuttosto semplice.
  • È indipendente dalla regolarità del ciclo mestruale.
  • Permette di verificare la durata della fase luteale (dall’ovulazione al seguente ciclo mestruale).
  • È l’unico metodo che verifica che il ciclo sia stato ovulatorio.

Soprattutto ci dà alcune informazioni riguardo al nostro ciclo mestruale. Questa è ottima per monitorare il nostro ciclo mestruale e dunque capire se l’ovulazione avvenga regolarmente.

In secondo luogo, una regolare rilevazione della temperatura ci permette di verificare che la fase luteale del ciclo, ossia il periodo che va dall’ovulazione al flusso mestruale successivo, sia di circa 14 giorni.

In alcune donne questa fase si rivela essere di durata inferiore, non consentendo all’ovulo eventualmente fecondato di impiantarsi regolarmente.

Leggi anche: Diarrea in gravidanza: cause e quando preoccuparsi


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

2 min

Quando una donna è incinta, è opportuno modificare alcune abitudini e tra queste c’è l’assunzione dell’acido folico in gravidanza. È un momento estremamente delicato che prevede tantissimi cambiamenti e un’attenzione in più su quello che decidiamo di prendere e l’acido folico è uno di quelli. Scopriamo perché! Perché si prende l’acido folico in gravidanza? L’acido […]

2 min

Durante la gravidanza può manifestarsi il prurito al seno. Niente di grave che non si possa contrastare: con i giusti accorgimenti, tutto si risolve. Ovviamente è estremamente legato anche ai cambiamenti e traumi a cui il corpo femminile è soggetto, ma scopriamolo insieme! Gravidanza: perché si manifesta il prurito al seno Questo aspetto è estremamente […]