Come mettere facilmente una supposta a un neonato

di Alice Marchese


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

I più piccoli spesso sono inclini ad avere disturbi intestinali. Pertanto è opportuno saper mettere le supposte così da curarli immediatamente. Con i giusti accorgimenti tutto andrà per il verso giusto.

Come mettere una supposta ad un bambino

Ecco tutti gli step:

  • Lavarsi accuratamente le mani.
  • Nel caso la supposta fosse morbida, si consiglia di porla in frigorifero per alcuni minuti, oppure di lasciarla in acqua fredda (prima di aprire la confezione) per dare modo agli eccipienti di solidificare la supposta.
  • Rimuovere l’involucro di rivestimento.
  • Se necessario, indossare un guanto in lattice.
  • Si consiglia di lubrificare la parte alta del medicinale, per facilitare il suo inserimento nel retto.
  • Sdraiarsi su un fianco, con la gamba che poggia a terra distesa, l’altra leggermente piegata in avanti, verso l’addome.
  • Sollevare un gluteo ed inserire la supposta nel retto, affinché oltrepassi lo sfintere muscolare anale, spingendola con l’indice.
  • Si consiglia di mantenere la posizione sdraiata su un fianco per pochi minuti, per evitare che la supposta venga espulsa.

Leggi anche: Trucchi e consigli utili per dare le medicine ai bambini

Tutti i consigli

Il farmaco sotto forma di supposta (per lo più antipiretici o antinfiammatori) è utile quando il bambino è molto piccolo o neonato, ed è quindi difficile dargli una medicina per bocca, oppure nel caso in cui ci sia il rischio di vomito, che ne vanificherebbe l’effetto.

Per inserirla, il neonato (o il lattante) può essere sdraiato a pancia in su, e in questo caso gli si sollevano le gambe, oppure a pancia in giù: con le dita si allargano le natiche in modo da vedere bene l’apertura anale e si procede all’inserimento della supposta, spingendola con il mignolo dopo che è leggermente entrata.

Una volta introdotta la supposta, è bene stringere le natiche per evitare che la supposta venga espulsa. Alcuni bambini non amano questo metodo: bisogna allora avere una maggiore delicatezza e utilizzare qualche distrazione, come un gioco. Un piccolo trucco può essere quello di ungere leggermente la supposta con olio di mandorle o di oliva, in modo da farle ‘scivolare’ meglio e rendere l’operazione più veloce e meno fastidiosa per il piccolo. Si deve tuttavia fare attenzione a non esagerare :il rischio, altrimenti, è che la supposta venga evacuata facilmente, subito dopo la somministrazione.

Leggi ancheTachipirina, il dosaggio giusto per bambini e adulti

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

Gli attacchi di panico sono episodi di intensa paura o disagio che si manifestano all’improvviso e raggiungono il picco nel giro di pochi minuti. Durante un attacco di panico, una persona può avvertire una serie di sintomi fisici e mentali che possono essere estremamente debilitanti e spaventosi. Questi episodi non sono rari: secondo alcune stime, […]

La capsaicina è il composto chimico che dona il sapore piccante ai peperoncini. Anche se molti la conoscono per il suo effetto infuocato, pochi sanno che questa sostanza ha diversi benefici per la salute. Scopriamo insieme quattro vantaggi che la capsaicina può offrire, andando oltre il semplice pizzicore sulla lingua. Un aiuto per la perdita […]

La colestasi è una condizione medica caratterizzata da una riduzione o interruzione del flusso della bile dal fegato all’intestino tenue. La bile è un liquido prodotto dal fegato, essenziale per la digestione dei grassi e l’eliminazione di alcune sostanze di scarto dal corpo. Quando il flusso della bile è compromesso, possono insorgere vari problemi di […]