Come si cura il prato del giardino all’inglese

di Alice Marchese

Il prato del giardino è una delle parti della casa che necessita di più manutenzioni, ma è anche quella più bella. Lo spazio all’aria aperta spesso in un’abitazione è quello che ci vuole, ma bisogna prestare la giusta attenzione. Ecco tutti i consigli per realizzare un perfetto prato del giardino all’inglese!

Consigli per il prato del giardino all’inglese

L’erba del prato inglese se viene tagliata più spesso, c’è la probabilità che si irrobustisca. Dunque è un’attività da portare avanti. Se il taglio per qualche motivo non è stato fatto in modo regolare è opportuno raccogliere l’erba tagliate. C’è il rischio che questa non faccia respirare l’erba rimasta, anche se si utilizza il sistema mulching.

Il sistema mulching che permette di lasciare il materiale tagliato sul prato ha i suoi pro e contro, certamente fra i pro il tempo risparmiato alla raccolta dell’erba e del suo smaltimento.

Alcuni consigli sulla concimazione

I concimi per l’erba contengono una buona quantità di sostanze nutritive. La classificazione dei concimi avviene con l’indicazione di tre valori primari che sono “N” per indicare la quantità di azoto, “P” la quantità di fosforo e “K” la quantità di potassio.

Il periodo migliore per concimare ed avere un prato in perfetta forma è la primavera. Pertanto potete sfruttare questo periodo dell’anno.

Seminare le zone rade di erba

Dopo aver seminato è opportuno bagnare bene l’area, in modo che il seme possa già mischiarsi con il terreno e raccogliere l’acqua necessaria per la nascita del filo d’erba.

Leggi anche: 6 attrezzi da giardinaggio che non possono mancare per i piccoli lavori in giardino

Come proteggere il prato del giardino

Importantissimo proteggere il prato del giardino nel miglior modo possibile. Purtroppo gli ospiti indesiderati sono la parte della gestione del giardino che più infastidisce. Un prato per essere curato e verde deve essere in salute e con meno parassiti possibili.

Come tenere vicini i parassiti buoni

Ci sono alcuni fiori e alimenti che tengono vicini i parassiti buoni che giovano al benessere del prato.

  • Aglio
  • Cipolla
  • Lavanda
  • Petunia
  • Pomodoro
  • Camomilla
  • Sedano

I principali insetti che rovinano le nostre piante e il nostro giardino:

  • L’afide danneggia foglie e germogli lasciando una patina appiccicosa.
  • Le larve dell’elaterio, i cosiddetti ferretti, distruggono radici, bulbi e tuberi.
  • Piralide del bosso: le sue larve defogliano il bosso in tempi rapidissimi.
  • Oziorrinco: provoca erosioni a lunetta sul bordo delle foglie. Le larve divorano le radici delle piante.
  • Il lepidottero depone le uova sui frutti e le larve penetrano nella polpa, nutrendosene.
  • Maggiolino: le larve divorano le radici, danneggiando soprattutto i tappeti erbosi e le piante ornamentali.
  • Dorifora della patata: sia l’insetto adulto sia la larva defogliano la pianta della patata.
  • La presenza di lumache si riconosce facilmente dalle foglie rosicchiate e vischiose.
  • Il ragnetto rosso succhia la linfa dalle foglie, indebolendo la pianta e facendo ingiallire le foglie.
  • Le larve della cavolaia divorano la pianta del cavolo finché non ne restano solo le costole.

Leggi anche: Hobby giardinaggio: come coltivare il caprifoglio in vaso o in giardino


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria