Cameron Diaz, biografia, carriera, età, marito, curiosità

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Cameron Diaz

Il suo nome completo è Cameron Michelle Diaz, ma tutti la conoscono semplicemente come Cameron. Partecipa a tanti film di successo e il grande pubblico la conosce con il ruolo di Mary Jensen in “Tutti pazzi per Mary” e per il film “The Mask – Da zero a mito”. Tra i ruoli per i quali è famosa, quelli nei film “Vanilla Sky”, accanto a Tom Cruise, “Essere John Malkovich”, “Gangs of New York”. Vanta candidature ai Golden Globe, ai BAFTA e agli Screen Actors Guild.

Cameron Diaz nasce a San Diego, in California, il 30 agosto del 1972, quindi ha 49 anni. Il padre, statunitense, è originario di Los Angeles e figlio d’immigrati cubani di origini spagnole: lavora come sovrintendente per una compagnia petrolifera. Muore nel 2008 a causa di un tumore al fegato. La madre, statunitense di origini inglesi, tedesche e olandesi, è agente in una compagnia di esportazioni.

Cameron frequenta la “Long Beach Polytechnic High School”. Intraprende la carriera di modella quando è molto giovane. A sedici anni lavora con l’agenzia Elite Model Management e, dopo aver concluso la scuola superiore, va a lavorare in Giappone. Tornata negli Stati Uniti, continua l’attività di modella, che la porta a girare il mondo.

LEGGI ANCHECameron Diaz: “Quella volta in cui trasportai droga in Marocco”;.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Cameron Diaz (@camerondiaz)

Carriera

Il debutto cinematografico di Cameron Diaz avviene quando ha 21 anni, nel 1994. È l’anno in cui recita, accanto a Jim Carrey, nel film “The Mask – Da zero a mito”. Dopo aver fatto il provino viene scelta come protagonista femminile, con sua grande sorpresa, poiché non ha ancora maturato esperienze sul grande schermo.

Nel corso dei tre anni che seguono, prende parte a film indipendenti, come “Una cena quasi perfetta“, “Due mariti per un matrimonio” e “Il senso dell’amore”. In seguito riprende a interpretare ruoli in produzioni più “commerciali”, come “Il matrimonio del mio migliore amico” e “Tutti pazzi per Mary“.

La critica accoglie molto positivamente la sua partecipazione a “Essere John Malkovich”, che le procura alcuni premi. Arriviamo così al 2000, anno in cui fa parte del cast di “Charlie’s Angels“, l’adattamento cinematografico della fortunata serie degli anni Settanta, in cui veste i panni della protagonista.

Per il sequel, intitolato “Charlie’s Angels: più che mai”, diventa la seconda attrice (dopo Julia Roberts) a ricevere un compenso di venti milioni di dollari per un singolo ruolo. Accanto all’attività di attrice, si impegna anche in quella di doppiatrice. È possibile sentire Cameron Diaz doppiatrice nel personaggio di Fiona, per il film animato “Shrek” e i successivi capitoli “Shrek 2“, “Shrek terzo” e “Shrek e vissero felici e contenti“.

La stella sulla Walk of Fame

Nel 2009 Cameron riceve la sua stella sulla Hollywood Walk of Fame. Nel 2011 partecipa a due film nel ruolo di protagonista. In “The Green Hornet” interpreta il ruolo di Lenore Case, assistente e ricercatrice del Calabrone Verde. In “Bad teacher – una cattiva maestra” veste invece i panni di Elizabeth Halsey, un’insegnante di scuola media.

Il 2012 è l’anno di “Che cosa aspettarsi quando si aspetta“: interpreta Jules, una delle cinque donne in attesa di un figlio. L’anno successivo prende parte al film “The Counselor – Il procuratore“: accanto a lei ci sono Michael Fassbender, Brad Pitt, Javier Bardem e Penélope Cruz, con la regia di Ridley Scott. Nel 2018 Cameron Diaz annuncia di essersi ritirata a tempo indeterminato dalla carriera di attrice per dedicarsi alla sua vita privata.

LEGGI ANCHECameron Diaz: “Del mio aspetto non mi importa e non mi lavo la faccia”.

In realtà nel mese di luglio del 2022 viene diffusa la notizia che l’attrice tornerà sul set cinematografico per recitare in “Back in Action”, una commedia d’azione targata Netflix. Il film sarà diretto da Seth Gordon e, accanto a Cameron, ci saranno Jamie Foxx e Tom Brady. Diaz e Foxx hanno già lavorato insieme in “Ogni maledetta domenica” e “Annie – La Felicità è contagiosa”.

Nel frattempo, Cameron Diaz si è anche dedicata alla produzione di vino: il suo “Avaline“, prodotto insieme all’imprenditrice Katherine Power, viene proposto nelle versioni bianco e rosato. Il primo è prodotto in Catalogna, il secondo nel sud della Francia, in Provenza. Entrambi vengono presentati come “puliti”, cioè senza additivi.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Cameron Diaz (@camerondiaz)

Vita privata di Cameron Diaz

L’attrice è stata fidanzata dal 2003 al 2007 con il cantante Justin Timberlake. Nel mese di gennaio del 2015 sposa il musicista Benji Madden. La coppia pronuncia il fatidico sì nella casa di Cameron a Beverly Hills, con una cerimonia ebraica. I due si sono conosciuti dieci mesi prima, grazie all’amica e ora cognata, Nicole Richie.

Il 3 gennaio del 2020 viene annunciata la nascita della prima figlia di Cameron Diaz, Raddiz Madden. La piccola viene alla luce il 30 dicembre del 2019, da madre surrogata. Su Instagram l’attrice è @camerondiaz.

Foto di David Shankbone – flickr, CC BY 2.0.

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

Federico Fashion style in pochi anni ha conquistato il cuore del pubblico televisivo grazie alla trasmissione “Il Salone delle meraviglie” in onda su Real Time. Di recente il parrucchiere dei vip è stato vittima di un episodio di discriminazione e intolleranza, aggredito mentre viaggiava su un treno Italo per il suo orientamento sessuale. Oltre all’aggressione […]

Tra i protagonisti della nuova serie TV “Vanina- Un vicequestore a Catania” con protagonista la siciliana Giusy Buscemi c’è anche Claudio Castrogiovanni, l’attore catanese che nella fiction RAI interpreta l’ispettore capo Carmelo Spanò, braccio destro di Vanina. Scopriamo alcune curiosità sulla sua vita privata e professionale. Claudio Castrogiovanni: biografia e carriera Claudio Castrogiovanni è nato […]