Ballando con le Stelle, Luisella Costamagna furiosa con Selvaggia Lucarelli

di Manuela Zanni


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Come era prevedibile e (purtroppo)  inevitabile,  dopo la finalissima di Ballando con le stelle c’è chi minaccia di portare tutto in tribunale. Ma, in questo caso,  non si tratta del  Codacons, che pure ha chiesto alla Rai i tabulati delle votazioni per scoprire se ci sia stata qualche magagna, bensì  della vincitrice Luisella Costamagna. Scopriamo, di seguito, cosa è accaduto.

 Luisella Costamagna: “Giro tutto all’avvocato”

Dopo il lungo post di Selvaggia Lucarelli in cui ha palesemente accusato la vincitrice di Ballando con Le Stelle di non meritare la vittoria, Luisella Costamagna, sui social, ha vergato un lungo post per sfogarsi delle accuse e delle contestazioni piovute sulla sua testa venerdì sera. E ha minacciato haters e utenti di essere pronta a dare tutto in mano agli avvocati in caso di commenti contenenti offese e insulti. Questo perché il clima, intorno allo show di Rai 1 condotto da Milly Carlucci, è a dir poco arroventato da settimane.

Luisella Costamagna e Selvaggia Lucarelli

Luisella Costamagna e Selvaggia Lucarelli

La replica social di Luisella Costamagna

Costamagna, con un post pubblicato sui social, ha deciso di raccontare il suo punto di vista allegando la foto di uno dei balli di cui è andata più fiera. “Ho partecipato a “Ballando” per ballare. Perché è un bel gioco. L’ultima cosa che mi interessava era fare polemica. Ora mi guardo attorno e scopro che per qualcuno (non per tutti per fortuna, ma è una minoranza rumorosa) non si tratta di un gioco ma di una guerra, il ballo non conta e l’essenziale è proprio la polemica” , ha scritto Costamagna.

Luisella Costamagna e Pasquale Rocca

Luisella Costamagna e Pasquale Rocca

LEGGI ANCHE: Ballando con le Stelle, Selvaggia Lucarelli: “Furbate e meschinità”

Secondo la giornalista è stato fuori luogo parlare del suo diritto o meno di gareggiare e non della qualità del suo ballo, sostenendo di aver in mano un regolamento e un contratto. “Siamo il Paese del processo del lunedì e dell’appello del martedì e via così per ogni santo giorno della settimana. E tutti sappiamo per esperienza d’infanzia che, quando finalmente hai un bel giocattolo, arriva sempre qualcuno che te lo vuole rompere. Le critiche e il dissenso sono legittimi, per carità (e le prossime inizio a girarle al mio avvocato). (…) Un po’ come se un guardalinee, all’improvviso, fermasse la finale di Champions per mettere in discussione, che so, la regola del fuorigioco”, ha scritto Costamagna.

Luisella Costamagna: “Eccome se abbiamo ballato”

E ancora, l’ultimo riferimento è stato rivolto alle modalità di voto messe in discussione sia in puntata che sui social da Lucarelli: “Posso non tapparmi le orecchie di fronte all’insulto, alla calunnia, a chi offende perfino i miei cari? Ascolto volentieri il dissenso, non la spazzatura. Il verdetto della giuria di qualità fa media con il giudizio dei social (che, per inciso, non è il giudizio “del pubblico“, cioè di 4 milioni di telespettatori: è per l’appunto il giudizio degli utenti social, in cui cui tra l’altro ogni concorrente parte avvantaggiato o svantaggiato a seconda dei suoi pregressi bacini di follower)”. Per concludere: “Io seguivo un percorso quotidiano fatto di fisioterapia, rieducazione e allenamenti, di cui non ho parlato perché non amo lamentarmi. Questo solo per rispondere a chi ha parlato di “comodità” e di “riposo”. Sì, perché eccome se abbiamo ballato”.

LEGGI ANCHE: Ballando con le Stelle, il pronostico di Ivan Zazzaroni 

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

La stagione televisiva volge al termine, ma già ora sono iniziati i lavori in vista della nuova edizione di “Temptation Island”, uno degli appuntamenti più attesi dell’estate, che non mancherà di fare discutere anche nei mesi successivi (il caso di Mirko e Perla insegna). Spesso nel cast del reality si ritrovano spesso personaggi già noti, […]