24 Giugno 2022 |

Vasco Rossi, biografia, carriera, vita privata del mitico Blasco

di Redazione

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
Vasco Rossi, biografia, carriera, vita privata del mitico Blasco

Vasco Rossi, biografia, carriera, curiosità del mitico rocker italiano. Il Blasco, così come ama farsi chiamare, è una vera e propria istituzione della musica italiana. Tutto quello che c’è da sapere: i dischi più famosi, qual è il vero nome, le curiosità, la vita privata.

Vasco Rossi

È il Blasco o, come si definisce lui stesso, “provocautore“. È uno dei maggiori esponenti della musica rock italiana e ha all’attivo oltre 30 album. Ha scritto quasi duecento canzoni, ma anche testi e musiche per altri interpreti. Negli anni, ha venduto quasi 40 milioni di dischi. Secondo Rolling Stone, il suo “Bollicine” e il brano “Siamo solo noi” sono, rispettivamente, il disco italiano migliore di sempre e la migliore canzone rock italiana di sempre.

Vasco Rossi nasce a Zocca, in provincia di Modena, il 7 febbraio del 1952, quindi ha 70 anni. Ebbene sì, è proprio il suo vero nome. Vasco gli è stato dato dal padre, Giovanni Carlo, in omaggio a un compagni di prigionia in Germania, durante la seconda guerra mondiale. È figlio unico. Sin da bambino frequenta una scuola di canto e si appassiona al mondo della musica.

Dopo la licenza media frequenta l’istituto dei Salesiani San Giuseppe a Modena, ma scappa due volte, rifugiandosi a casa di una zia a Bologna. Passa, quindi all’Istituto Tecnico Commerciale “Tanari” nel capoluogo emiliano. A Bologna rimane affascinato dal mondo del teatro, ma il padre lo costringe a iscriversi al corso di laurea in Economia e Commercio. Pochi mesi prima, ha aperto un piccolo locale, il “Punto Club” nei pressi di Zocca, insieme all’amico d’infanzia Marco Gherardi.

Abbandona Economia e Commercio nel 1974, si iscrive a Pedagogia, ma interrompe gli studi a otto esami dalla laurea. Si trasferisce a Modena. Arriviamo così al 1975, anno fondamentale per la sua formazione. Fonda “Punto Radio” e matura le prime esperienze come showman. Conosce anche una serie di persone fondamentali per la sua futura carriera (Gaetano Curreri, Maurizio SOlieri, Massimo Riva e Red Ronnie).

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Vasco Rossi (@vascorossi)

Gli esordi

Vasco Rossi incide il primo 45 giri, “Jenny/Silvia” nel 1975. Il primo album esce nel 1978: “…Ma cosa vuoi che sia una canzone…”, seguito un anno dopo da “Non siamo mica gli americani!”, il disco che contiene la celebre “Albachiara“. La prima apparizione in tv avviene nel gennaio del 1979, alla trasmissione “10 Hertz”, condotta da Gianni Morandi, e nello stesso anno, ma a maggio, avviene la prima esibizione in piazza, a Bologna.

Nel 1980 esce “Colpa d’Alfredo” e Vasco fonda la Steve Rogers band, che lo accompagna in tour. Il successo arriva con il quarto album, “Siamo solo noi”, uscito nel 1981. Nel 1982, partecipa al Festival di Sanremo con “Vado al massimo”: questa esperienza segna una vera e propria svolta: la sua performance fa molto scalpore. Esce l’omonimo album, seguito da un tour. Si ripresenta al Festival nel 1983, con “Vita spericolata“.

Il successo di “Bollicine”

Esce subito dopo “Bollicine“, il sesto album in sei anni, che consacra Vasco Rossi a icona del rock italiano. Nel 1984 è la volta di “Va bene, va bene così”, il primo album dal vivo, seguito da “Cosa succede in città”. In seguito, Blasco sparisce per due anni. Torna nel 1987 con “C’è chi dice no“, un disco che oltre 1 milione di copie. Nel 1989, prima dell’uscita di “Liberi Liberi”, Guido Elmi e la Steve Rogers Band lasciano Rossi, che si ritrova solo con Maurizio Lolli. Parte il “Blasco Tour” e seguono diversi concerti.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Vasco Rossi (@vascorossi)

Arriviamo così al 1993, anno in cui esce “Gli spari sopra”, un album corposo e marcatamente rock, seguito da diversi concerti. Arriva nel 1996 “Nessun pericolo… per te”, considerato dalla critica travolgente, ma controcorrente, seguito dal tour. Esce un anno dopo “Rock”, una raccolta di vecchi pezzi riarrangiati, seguito da “Canzoni per me”, uno dei lavori più intensi, intimisti e disincantati.

Il disco non porta un tour, ma un unico concerto, come headliner dell’Heineken Jammin’ Festival di Imola. La serata raccoglie 120mila spettatori e diventa il video “Rewind” e il relativo album “Rewind” del 1999 (cui segue il tour). Nel 1999 Vasco riceve da Fernanda Pivano il Premio Lunezia, in qualità di Poeta del Rock per il valore letterario del testo della canzone “Quanti anni hai”.

I live, i dischi, i DVD

Il 2001 è l’anno di “Stupido hotel”, con il seguente tour negli standi, quindi esce “Tracks”, una raccolta. “Buoni o cattivi” è il disco del 2004, con un tour in due estati. Nel 2005 riceve il Nastro d’argento alla migliore canzone originale per “Un senso” e torna da ospite a Sanremo. Riceve il premio Fernanda Pivano nel 2006 e, nello stesso anno, annuncia di non cedere più i diritti delle sue canzoni per spot pubblicitari.

Nel 2007 esce il singolo “Basta poco”, seguito un anno dopo da “Il mondo che vorrei”. Vasco Rossi prosegue con i tour e i concerti, che sono veri e propri eventi. Molti dei suoi show diventano DVD. Il 2009 è l’anno di una tournée indoor in l’Italia e in Europa, il “Tour Europe indoor”. Esce “Tracks 2 – Inediti e rarità”. Il singolo “Ho fatto un sogno” arriva in radio il 30 aprile del 2010 e nel giugno dello stesso anno, viene pubblicato in edizione limitata “Vasco London Instant Live 04.05.2010”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Vasco Rossi (@vascorossi)

Vasco Live Kom

Arriva nella giornata del 29 marzo del 2011, invece, “Vivere o niente” e, poco dopo, parte il tour “Vasco Live Kom ‘011“. Le ultime 4 date vengono annullate per motivi di salute. Esce nelle sale “Questa storia qua”, film documentario sulla sua vita.

La carriera di Vasco Rossi prosegue nel segno dei successi e dei grandi concerti. Il rocker si esibisce negli stati più importanti d’Italia e fa il pieno di spettatori. Nel 2015 si presenta al Festival di Venezia il film documentario “Il Decalogo di Vasco”. Tra gli show più importanti si ricorda il concerto-evento Modena Park 2017, per celebrare i quarant’anni di carriera. Per promuoverlo viene pubblicato il cofanetto “VascoNonStop”. Con oltre 220mila biglietti venduti, Vasco Rossi ottiene il record mondiale di spettatori paganti per un concerto.

Le attività del Blasco proseguono con tante date del “VascoNonStop Live“, che diventa anche un festival nell’estate del 2020. Esce nel 2021 il nuovo disco di inediti, “Siamo qui”, con tante date per il “Vasco Live”. La programmazione dei concerti subisce alcuni rallentamenti a causa della pandemia da Covid.

Vasco oggi

Nel marzo del 2022 Vasco Rossi collabora con Marracash, ospite del brano “La pioggia alla domenica”. Blasco riceve nel mese di aprile il Telegatto come riconoscimento al merito per essere un simbolo della musica italiana che rappresenta un ponte tra generazioni di fan. Il 20 maggio parte da Trento il Vasco Live 2022 e, nel mese di giugno, esce il singolo “L’amore l’amore”.

Vita privata di Vasco Rossi

Vasco Rossi ha tre figli. Il primo è Davide, nato il 24 aprile 1986 dalla relazione con Stefania Trucillo. Poi c’è Lorenzo, nato il 5 giugno 1986 dalla relazione con Gabriella Sturani. In ultimo Luca, nato il 17 giugno 1991 dalla relazione con Laura Schmidt. Il 7 luglio 2012, dopo venticinque anni di convivenza, sposa a Zocca la compagna Laura Schmidt. Soprattutto negli anni Ottanta, gli sono stati attribuiti diversi flirt con personalità del mondo dello spettacolo.

Discografia di Vasco

Album in studio

  • 1978 – …Ma cosa vuoi che sia una canzone…
  • 1979 – Non siamo mica gli americani!
  • 1980 – Colpa d’Alfredo
  • 1981 – Siamo solo noi
  • 1982 – Vado al massimo
  • 1983 – Bollicine
  • 1985 – Cosa succede in città
  • 1987 – C’è chi dice no
  • 1989 – Liberi liberi
  • 1993 – Gli spari sopra
  • 1996 – Nessun pericolo… per te
  • 1998 – Canzoni per me
  • 2001 – Stupido hotel
  • 2004 – Buoni o cattivi
  • 2008 – Il mondo che vorrei
  • 2011 – Vivere o niente
  • 2014 – Sono innocente
  • 2021 – Siamo qui

Album dal vivo

  • 1984 – Va bene, va bene così
  • 1990 – Fronte del palco
  • 1990 – Vasco live 10.7.90 San Siro
  • 1999 – Rewind
  • 2005 – Buoni o cattivi Live Anthology 04.05
  • 2009 – Tracks 2 – Inediti & rarità
  • 2010 – Vasco London Instant Live 04.05.2010
  • 2012 – Live Kom 011: The Complete Edition
  • 2016 – Tutto in una notte – Live Kom 015
  • 2017 – Vasco Modena Park
  • 2019 – VascoNonStop Live

Raccolte

  • 1997 – Rock
  • 2002 – Tracks
  • 2006 – The Platinum Collection
  • 2012 – L’altra metà del cielo
  • 2016 – VascoNonStop