La Befana nel mondo, le ricette internazionali tipiche dell’Epifania

di Manuela Zanni

Oltre alla calza ci sono tante altre ricette tipiche che si preparano per il giorno dell’Epifania da servire a pranzo o a cena, la maggior parte sono riti per racimolare un po’ di fortuna che durante l’anno ci tornerà utile.

 

I dolci della Befana che vedremo arrivano da tutto il mondo, in Italia troviamo i cavallucci di Siena, poi passiamo in Spagna dove ci attende il Roscón de Reyes, voliamo in Inghilterra e troviamo la Twelfth Night Cake o Torta della dodicesima notte ed infine un giro in Francia, prima di tornare a casa, ci facciamo tentare dalla Galette des Rois.

Cavallucci di Siena

Ingredienti

  • 150 gr di farina più un po’ per la spianatoia
  • 25 gr di scorzetta d’arancia candita tritata finemente
  • 7 gr di semi di anice pestati
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 50 gr di noci spezzettate
  • 150 gr di zucchero
  • 1 albume ( o acqua faba)
  • burro q.b. ( o margarina vegetale)
  • zucchero a velo q.b.

Prendete una ciotola e mettete dentro la farina, la scorza d’arancia, cannella, noci e semi di anice, mescolate con una forchetta. In una pentola mettete lo zucchero e mezzo bicchiere di acqua, fate sciogliere lo zucchero a fuoco dolce e poi unite tutti gli ingredienti in polvere, mescolate bene con un cucchiaio di legno.
Versate l’impasto su una spianatoia infarinata e fatela raffreddare leggermente, lavorate il composto con le mani bagnate di albume per ottenere un impasto omogeneo. Stendete l’impasto ad uno spessore di un centimetro poi tagliate la pasta dando una forma ovale.
Mettete i cavallucci su una teglia coperta da carta da forno (o imburrata e infarinata) e cuoceteli in forno preriscaldato a 180°C per circa 30 minuti. Spolverizzate con lo zucchero a velo e servite.

Galette des Rois


Ingredienti

  • 2 dischi circolari di pasta sfoglia
  • 50 g burro ammorbidito (o margarina vegetale)
  • 100 g zucchero
  • 100 g mandorle in polvere
  • 2 uova ( o uno yogurt vegetale)
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 cucchiaio di rhum

Lavorate il burro con lo zucchero fino ad avere un composto spumoso, aggiungete un uovo, la vanillina ed il rhum e poi unite le mandorle in polvere, mescolate bene. Prendete una teglia rotonda e foderatela con la carta da forno, mettete un disco di pasta sfoglia e poi sopra fate uno strato di ripieno, pennellate con il tuorlo e ponete sopra l’altro disco di pasta sfoglia.
Ricordatevi di mettere in mezzo al ripieno la fève che può essere un piccolo anello, una fava, quello che volete, l’importante è che sia pulito. Chi troverà la fève sarà il re o la regina della festa ed avrà un anno molto fortunato.
Sigillate bene i bordi bagnandoli con un pochino di acqua, poi con un coltello appuntito decorate la superficie della galette, potete fare dei cerchi concentrici, una scacchiera… quello che vi piace.
Cuocete il dolce francese in forno preriscaldato a 200°C per circa 30 minuti, sfornatelo e servitelo

Twelfth Night Cake

Ingredienti

  • 200 gr di farina
  • 30 gr di lievito di birra
  • 150 gr di burro
  • 150 gr di zucchero
  • 150 gr di mandorle sminuzzate
  • 150 gr di canditi
  • 4 uova
  • 1 buccia di limone
  • 1 buccia d’arancia
  • 1 presa di sale
  • 100 ml di Porto (vino liquoroso portoghese) o Sherry o Brandy

In una ciotola mettete la frutta secca, le mandorle e il Porto, lasciate in infusione per circa 2 ore. Nel frattempo sciogliete il lievito in un pochino di acqua tiepida ed aggiungete un po’ di farina e di zucchero in modo da formare un panetto, fatelo riposare per 15 minuti.
Nel frattempo in un’altra ciotola mettete burro, uova, scorza d’arancia e di limone, unite uova, sale, lievito e farina e mescolate bene fino ad avere un composto liscio ed elastico. Aggiungete la frutta candita e le mandorle scolate e incorporatele al composto. Fate lievitare l’impasto per 4 ore.
Stendete il composto con le mani e mettetelo in una teglia imburrata e infarinata, cuocete in forno preriscaldato a 180°C per 45 minuti.
In mezzo all’impasto dovete aggiungere un fagiolo, l’aglio, un rametto e uno straccio che rappresentano rispettivamente: il re della festa, il cattivo della festa, il folle ed infine chi trovava lo straccio per quel giorno perdeva la reputazione.

Roscón de Reyes

Ingredienti

  • 3 uova ( o uno yogurt vegetale)
  • 400 gr di farina 00
  • Un cucchiaio di lievito per dolci
  • 100 gr di zucchero
  • 100 gr di burro ( o margarina vegetale)
  • 1 presa di sale
  • 250 ml di latte (vegetale)
  • Scorza di limone grattugiata
  • Canditi, mandorle e zuccherini per decorare
  • Zucchero a velo

Prendete una ciotolina e mettete il lievito e 4 cucchiai di latte tiepido, mescolate e poi aggiungete 100 gr di farina, impastate, coprite con un panno e fate lievitare per un’ora e mezza. Disponete la farina a fontana e aggiungete le uova e lo zucchero, una presa di sale, il latte e la scorza di limone grattugiata, incorporate anche il burro ammorbidito fatto a pezzetti e il panetto lievitato, mescolate bene fino ad avere un composto liscio ed elastico.
Fate lievitare il composto per 2 ore e poi date una forma a ciambella, mettete dentro l’anello e la fava e pennellate la superficie con un po’ di latte. Cuocete il Roscón de Reyes in forno preriscaldato a 160°C per 20 minuti.
Sfornate la torta e decorate con frutta candita e mandorle. In Spagna di solito di taglia a metà e si farcisce con panna montata o crema pasticcera.
Come abbiamo visto dentro questo dolce si mettono un anello o una moneta che porteranno fortuna a chi li troverà, si mette anche una fava in ceramica che invece significa che chi la trova dovrà pagare il dolce.

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria