Tutto quello che una donna deve sapere sul prurito intimo

di Redazione con ChatGPT


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Il prurito intimo è una sensazione di fastidio e irritazione della pelle nella zona genitale e anale. Può essere causato da diversi fattori, tra cui infezioni fungine, batteriche o virali, allergie, irritazione della pelle, secchezza, disfunzioni ormonali o problemi dermatologici.

Il prurito intimo può manifestarsi come un sintomo isolato o insieme ad altri sintomi, come bruciore, irritazione, dolore o scarico. Può essere particolarmente fastidioso e influire sulla qualità della vita.

Quali sono le cause del prurito intimo?

Ci sono diverse cause che possono causare prurito intimo, tra cui:

  1. Infezioni fungine: come la candida, che è una infezione comune causata da un fungo che può colpire la zona genitale e causare prurito, irritazione e secrezioni.
  2. Infezioni batteriche o virali: come la vaginosi batterica o l’herpes genitale, che possono causare prurito, bruciore e secrezioni.
  3. Irritazioni da prodotti chimici: come i saponi, i detersivi per bucato, i profumi o i lubrificanti che possono irritare la pelle e causare prurito.
  4. Allergie: a sostanze come i preservativi, i tessuti sintetici, i prodotti per l’igiene intima o i spermicidi che possono causare prurito e irritazione.
  5. Secchezza: quando la zona genitale è secca, può causare prurito e irritazione.
  6. Cambiamenti ormonali: come quelli che si verificano durante la gravidanza, la menopausa o il ciclo mestruale, che possono causare prurito e secchezza.
  7. Malattie della pelle: come la psoriasi, l’eczema o la dermatite che possono causare prurito in diverse parti del corpo, compresa la zona genitale.
  8. Altre cause meno comuni includono stress, diabete, malattie sessualmente trasmissibili, lesioni o irritazioni meccaniche della zona genitale.

Prurito e bruciore intimo femminile, cause e rimedi per curarli

Quali rimedi per il prurito intimo?

Il trattamento del prurito intimo dipende dalla causa sottostante. In generale, ci sono alcune misure che possono aiutare a lenire i sintomi del prurito intimo, come ad esempio:

  1. Mantenere la zona pulita e asciutta: è importante lavare delicatamente la zona con acqua tiepida e un detergente delicato e asciugare bene.
  2. Utilizzare abbigliamento intimo comodo e traspirante: i tessuti sintetici o stretti possono irritare la zona e peggiorare il prurito.
  3. Evitare l’uso di prodotti che possono irritare la zona: come saponi profumati, deodoranti o prodotti per l’igiene intima.
  4. Applicare creme o pomate idratanti: come quelle a base di aloe vera, camomilla, calendula o burro di karité, che possono aiutare a lenire l’irritazione e il prurito.
  5. Applicare creme o pomate antifungine o antibatteriche: se il prurito è causato da un’infezione, il medico potrebbe prescrivere un farmaco antifungino o antibatterico per aiutare a eliminare l’infezione.
  6. Assumere farmaci antistaminici: in caso di prurito intenso, il medico potrebbe prescrivere un farmaco antistaminico per ridurre il prurito.
  7. Evitare di grattarsi: grattarsi può irritare la zona e peggiorare il prurito.

In ogni caso, è importante consultare il medico per una diagnosi accurata e un trattamento appropriato.

 

Foto da DepositPhotos.

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

Il bicarbonato è un ingrediente molto versatile utilizzato non solo per digerire, ma anche come dentifricio, alleato di bellezza per rendere luminosi i capelli, come scrub per il viso e la pelle, per il trattamento dell’acne e come detergente naturale. Nonostante i suoi molteplici usi e gli effetti benefici per la salute, bisogna stare molto […]

Il tumore al colon è senza dubbio uno dei tumori più insidiosi, noto per la sua natura subdola e la sua inclinazione a manifestarsi in tarda età, anche se sta cominciando a destare preoccupazioni anche tra i giovani. In base ai dati forniti dall’AIRC questo tumore rappresenta il 10% dei tumori diagnosticati a livello globale, […]