Come proteggere il cibo dal caldo, 8 consigli per conservare al meglio gli alimenti

di Cinzia Rampino

[multipage]

Il caldo è un nemico del cibo, si sa! Sia i cibi cotti che crudi in estate vanno protetti dal veloce deterioramento dovuto ai batteri che al di fuori dell’intervallo di temperatura specifico (4-5 gradi), “impazziscono” e si moltiplicano rapidamente raggiungendo livelli “pericolosi”. Un singolo batterio, in effetti, può proliferare in 17 milioni di altri batteri in sole dodici ore!

[/multipage]
[multipage]

Carne e pollame crudi possono contenere batteri che possono causare malattie di origine alimentare perciò devono essere cotti e mangiati o conservati a temperature adeguate per brevissimi periodi.

[/multipage]
[multipage]

Crema pasticcera, panna e prodotti a base di latte vanno consumati più in fretta e comunque tenuti al freddo costante e meglio se in freezer.

[/multipage]
[multipage]

In estate è bene riflettere sul tipo di cibo che si sta acquistando. Se è cotto o precotto, e non si è certi di consumarlo subito, è preferibile non acquistarlo. Il frigorifero in estate, è meno efficiente che i tutte le altre stagioni perchè il caldo non gli consente di mantenere una temperatura adeguata all’interno. Ah, è inutile abbassare la temperatura per prevenirne l’innalzamento.

[/multipage]
[multipage]

Che fare? Prima di tutto, bisogna cercare di tenere il frigo più chiuso possibile e aprirlo solo quando è strettamente necessario.

[/multipage]
[multipage]

Cercate di non tenere troppi cibi in frigorifero (scorte alimentari) ed evitate accuratamente di mettere i cibi in zone della casa che generalmente usate, come ad esempio il forno spento o scaffali esposti al sole.

[/multipage]
[multipage]

Non lasciate la spesa in auto: nell’abitacolo della macchina le temperature diventano l’habitat preferito dei batteri e una spesa di qualsiasi cibo, a quel punto, potrà deteriorarsi in men che non si dica. Quindi considerate di fare la spesa alimentare solo se state ritornando a casa.

[/multipage]
[multipage]

Nel frigorifero, i cibi cotti e crudi devono essere separati perchè i batteri passano da uno all’altro contaminando il tutto e provocando le tanto fastidiose gastroenteriti o altre malattie alimentari. Separare gli alimenti freschi da quelli cotti è comunque buona regola. Gli alimenti crudi vanno messi sul fondo del frigorifero, mentre quelli cotti via via verso l’alto. I contenitori devono essere puliti e asciutti, nonché ben controllati per eventuali muffe da cibo residuo. Qui trovi gli accorgimenti per congelare e scongelare.

[/multipage]


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

2 min

Dicembre è sempre più vicino e una delle domande che più ci si chiede è quali antipasti di Natale si devono preparare per le feste. Non è così difficile come può sembrare: basta scegliere tra carne, pesce o verdure e il gioco è fatto! Scopriamo qualche ricetta. Antipasti di Natale: cocktail di gamberi Un must […]

3 min

Durante questo periodo dell’anno l’ideale è prepararsi delle perfette zuppe autunnali. Si possono preparare anche in anticipo e da riscaldare in un secondo momento. Ecco quali sono le migliori zuppe autunnali! Zuppe autunnali: lenticchie e patate 400 g di lenticchie piccole 2 patate medie 2 carote medie 1 spicchio d’aglio 4 cucchiai di olio extravergine […]

5 min

Dopo averla tanto attesa, Antonino Cannavacciuolo ha conquistato la terza stella Michelin nella Guida 2023 con il suo ristorante Villa Crespi. Scopriamo,  di seguito, la motivazione e cosa ne pensa lo chef patron campano. La motivazione Antonino Cannavacciuolo “ha convinto il team della guida Michelin per la capacità di creare una esperienza, di viaggio, in […]