16 Gennaio 2019 |

Buddha bowl: cos’è e quali sono le migliori ricette da provare

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Le Buddha bowl sono la nuova tendenza in fatto di gastronomia. A prima vista potrebbero essere scambiate per delle insalate ma sono molto di più di questo: sono quasi un vero e proprio stile di vita! L’avrete sicuramente viste esposte in ristoranti e caffetterie oppure nei post Instagram delle maggiori influencer, ma cosa sono queste bowl e da dove vengono?


Cos’è il Buddha bowl

Le Buddha bowl sono delle ciotole che contengono combinazioni di cereali, semi e verdure di stagione. Queste hanno origine dall’antico rituale dei monaci buddhisti di presentarsi casa per casa con una ciotola chiedendo ai fedeli di donare cibo e fiori. Le bowl nascono quindi come simbolo della religione buddhista e sono diventate ad oggi una vera e propria tendenza, senza però dimenticarne la spiritualità. I monaci pensano infatti che il cibo sia una medicina che cura corpo e spirito e le Buddha Bowl lo fanno attraverso alimenti di stagione che fanno bene all’organismo. Mangiare sano, per il buddhismo, vuol dire non consumare carne e pesce, ecco perché le ciotole sono vegetariane ma comunque ricche di fibre, proteine e vitamine grazie ad una scelta precisa degli accostamenti. Perfetto per una pausa pranzo veloce o per una cena leggera e riequilibrante, questo trend si è poi esteso anche al mondo degli onnivori, contemplando anche pesce (solitamente salmone) e carne.

Per ottenere una ciotola corretta è importante inserire 5 elementi:

  • proteine di origine vegetale: legumi (fagioli, ceci, lenticchie) o tofu;
  • carboidrati: cereali (farro, avena, riso integrale,quinoa, miglio);
  • verdure crude: insalata, spinaci, radicchio, pomodoro, carota;
  • verdure cotte di stagione: zucchine, peperoni, carciofi, bieta, broccoli e così via;
  • grassi e condimento extra: grasso vegetale (olio d’oliva, semi oleosi, frutta secca oppure avocado).

Tutti gli alimenti vanno cotti separatamente e adagiati nella ciotola creando una composizione che deve essere eterogenea, oltre che bella da vedere.

Ricette Buddha bowl

Creare una Buddha bowl può sembrare facile, in realtà però bisogna stare molto attenti a quale tipo di alimenti scegliere e al loro valore nutrizionale. Se volete creare una ricetta classica, quindi vegetariana, ecco qui tre ricette complete:

  • Buddha bowl rossa: riso integrale, cavolfiore, carote arrosto, cucchiai di hummus, avocado, patata dolce lessa, barbabietola, spinaci lessi, cumino, sale e pepe;
  • Buddha bowl invernale: quinoa, verdure di stagione al forno, mix di insalata, avocado.
  • Buddha bowl mix colorato: zucca, sedano rapa, cavoletti di bruxelles, radicchio, fagioli, valeriana, miglio, semi di lino.

Molto importante è anche la composizione e la presentazione del piatto. A differenza delle insalate, gli ingredienti non devono essere mescolati tra loro ma appoggiati nella ciotola separatamente, così da poterli gustare individualmente. Nonostante le ricette originali non prevedano la presenza di carne o pesce, per via della loro grande diffusione queste ciotole hanno iniziato a contemplarli in piccole quantità. Molto famose sono quelle a base di gamberi o salmone, un perfetto sostituto proteico per chi non ama particolarmente i legumi. Per quanto riguarda la carne, ad oggi si trovano raramente Buddha bowl con petto di pollo. Nonostante le sostituzioni, queste devono comunque rimanere piene di vitamine e nutrienti ma soprattutto rappresentare un piatto leggero, quasi dietetico.

Potrebbe interessarti anche