Caduta dei capelli, cause e rimedi

di francesca


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

La caduta dei capelli non riguarda solo il mondo maschile, ma è un disturbo sempre più in crescita anche tra le donne.

È importante chiarire che non sempre la perdita è legata ad una patologia; la caduta dei capelli in autunno, o in generale durante il cambio delle stagioni, non deve infatti allarmarci perchè fa parte del consueto ricambio ciclico di ricrescita che il nostro corpo compie e che può, talvolta, portare a perdere fino 100 capelli al giorno.

L’indebolimento e la conseguente caduta dei capelli sono, nella maggior parte dei casi, transitori e risolvibili, dovuti a molteplici fattori.

Cause principali:

  • Stress, ansia e depressione
  • Trattamenti cosmetici aggressivi (tinta, shampoo, lacca, piastra ecc.)
  • Inquinamento atmosferico
  • Diete troppo rigide (prive di proteine)
  • Disequilibrio ormonale (soprattutto durante la menopausa e dopo il parto)
  • Ereditarietà

Merita una menzione particolare il fattore ereditario, principale responsabile di un disturbo più serio che va al di là del ricambio fisiologico o transitorio: la calvizie femminilealopecia androgenetica.

Questa patologia consiste nel progressivo assottigliarsi dei capelli causato da una eccessiva sensibilità del follicolo agli ormoni androgeni (ormoni maschili); proprio tale sensibilità dipende da fattori genetici. Si manifesta solitamente con il diradamento dei capelli sulla corona e sulle tempie fino a mostrare parte della cute.

Rimedi

Consigliamo di sottoporvi a trattamenti tricologici specifici su consiglio di esperti per contrastare i fattori negativi come forfora, cute secca e produzione eccessiva di sebo. Se il problema persite, evitate di ricorrere a trattamenti improvvisati usando lozioni o creme che possono solo peggiorare la situazione, ma affidatevi piuttosto a rimedi naturali per prevenire il diradamento, soprattutto se si tratta di quello stagionale.

Per evitare inutili allarmismi e per capire meglio la natura della perdita dei capelli vi consigliamo:

  • Visita tricologica con esame del capello presso specialisti;
  • Mineralogramma: esame che evidenzia eventuali mancanze di ferro e di vitamine del gruppo B;
  • Tricogramma: analisi al microscopio di una ciocca di capelli per riscontrare anomalie nel ciclo di ricrescita.

 

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

Beatrice Luzzi nelle ultime settimane si era notevolmente riavvicinata a Giuseppe Garibaldi, confermando i passi avanti nel loro rapporto che c’erano stati nell’ultimo periodo trascorso insieme nella ‘Casa’ del “Grande Fratello“. Lei era stata certamente più cauta in merito all’evoluzione della situazione, ribadendo ancora una volta quanto le loro vite siano diverse e difficili da […]

L’estate è sinonimo di vacanze, mare, e lunghe giornate all’aria aperta. Tuttavia, con l’aumento del tempo trascorso sotto il sole, è importante proteggere la pelle dai dannosi raggi UV. L’uso della crema solare non è solo una questione di estetica per evitare scottature, ma anche di salute, per prevenire danni a lungo termine come l’invecchiamento […]