I Berlusconi mettono in vendita Villa Certosa: qual è la valutazione?

di Gaetano Ferraro


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Villa Certosa, il simbolo del potere e della stagione berlusconiana, finisce sul mercato immobiliare. Secondo indiscrezioni riportate da autorevoli fonti, gli eredi di Silvio Berlusconi hanno deciso di vendere la lussuosa tenuta in Costa Smeralda, meta per anni di capi di stato e figure di spicco della politica internazionale.

Quanto vale villa Certosa?

La proprietà, acquistata dal Cavaliere Silvio Berlusconi alla fine degli anni ’80 e sottoposta ad una radicale ristrutturazione, viene valutata intorno ai 500 milioni di euro. Una cifra considerevole che ha attirato l’interesse di facoltosi acquirenti provenienti dagli Emirati Arabi, dall’Arabia Saudita, dall’India e dagli Stati Uniti.

Perchè viene venduta la mega villa?

Secondo quanto appreso, la decisione di vendere Villa Certosa sarebbe maturata di comune accordo tra i cinque eredi di Silvio Berlusconi, scomparso lo scorso giugno all’età di 86 anni. L’obiettivo sarebbe razionalizzare il patrimonio immobiliare, concentrando gli sforzi sul rilancio di altre proprietà come Villa San Martino ad Arcore, che diverrà il luogo deputato agli incontri di famiglia.

Com’è fatta Villa Certosa

Villa Certosa, situata nel comune di Arzachena in Sardegna, è una delle proprietà di maggior pregio della famiglia Berlusconi. Con i suoi 110 ettari di parco, accesso diretto al mare, 68 camere, diverse piscine, campi da tennis, giardini e persino un anfiteatro, la villa ha ospitato negli anni leader politici del calibro di George W. Bush, Tony Blair, Vladimir Putin e José Luis Rodriguez Zapatero.

Ha ospitato ospiti illustri

Proprio la folta schiera di ospiti illustri ha contribuito a rendere Villa Certosa un simbolo della stagione di potere berlusconiana. Luogo di incontri privati ma anche, secondo molti, di intrighi e trame di potere. Teatro di feste ed eventi mondani raccontati puntualmente dal jet set e dalla stampa patinata. Con la sua vendita, si chiude un’epoca per Forza Italia e per la famiglia Berlusconi. Restano i ricordi di una proprietà unica, crocevia per anni di politica internazionale, affari milionari e mondanità. E forse anche rimorsi, per non essere riusciti a preservare questo luogo tanto caro al Cavaliere.

Pronta a passare in mani straniere?

Villa Certosa se ne va con discrezione, senza annunci pubblici ma solo contatti riservati con potenziali acquirenti. Un addio soft per l’ultimo simbolo del berlusconismo, pronto a passare in mani straniere.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

L’eurodeputata maltese Roberta Metsola è stata rieletta oggi, martedì 16 luglio, alla presidenza del Parlamento europeo. La votazione, avvenuta a scrutinio segreto a Strasburgo, ha visto Metsola ottenere un’ampia maggioranza con 562 voti a favore su un totale di 699 votanti, un risultato ampiamente previsto, grazie al sostegno dei popolari, dei socialisti e dei liberali. […]