Trans bloccata con manganello e spray, video diventa virale ma “racconta solo la parte finale”

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

A Milano una transessuale brasiliana è stata bloccata da quattro agenti della polizia locale di Milano che hanno fatto uso del manganello e di uno spray urticante.

Ciò è documentato in un video girato da alcuni studenti dell’università Bocconi stamattina, mercoledì 24 maggio.

Il filmato, diventato virale, scatenando polemiche sulla violenza, mostra solo parte finale dell’intervento degli agenti nei confronti della trans con un approccio duro per immobilizzarla.

Si è appreso successivamente che la persona bloccata dalla polizia locale di Milano aveva aggredito gli agenti.

La ricostruzione

Daniele Vincini del sindacato SULPL, ha spiegato che i vigili erano stati chiamati alle 8.15 dai genitori di una scuola perché stava importunando i bimbi all’ingresso. Qui gli agenti sono riusciti a metterla, con fatica, sull’auto con cella di contenimento, dove “ha iniziato a dare testate e s’è finta svenuta. Quando gli agenti hanno fatto i controlli li ha aggrediti” per scappare. E poi è stata bloccata. “Quello che si vede è l’ultima parte del video”.

Ricostruzione confermata anche a LaPresse: i vigili urbani sarebbero stati richiamati per intervenire dai genitori dei bambini di una scuola elementare vicina al Parco Trotter perché la donna avrebbe mostrando le sue parti intime. La donna avrebbe mostrato i primi segnali di resistenza a pubblico ufficiale già al primo contatto avuto con gli agenti della Municipale che, tuttavia, sarebbero riusciti a fermarla e a metterla nell’auto di servizio.

Giunti in via Castelbarco, la donna avrebbe finto un malore e gli agenti della municipale avrebbero fermato l’auto. A questo punto la donna avrebbe aggredito i vigili urbani: nel tentativo di fuggire, avrebbe sferrato calci al petto a uno degli agenti e alle gambe al suo collega. I vigili urbani hanno, quindi, utilizzato i manganelli “a scopo contenitivo”. Due gli agenti feriti mentre per altri quattro sono scattate analisi di approfondimento.

La reazione del sindaco di Milano

Nonostante ciò, il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha commentato: “Non è certo una bella immagine, anzi è un fatto grave. Però, per potere formalmente intervenire è necessario che la Polizia locale faccia una relazione, nelle more di questa relazione i vigili in questione sono stati messi in servizi interni”.

“Alla luce del risultato della relazione – ha spiegato il sindaco – si potranno fare due cose: prendere provvedimenti come ad esempio la sospensione o anche arrivare a fare una denuncia, cosa da non escludere, da parte nostra all’autorità giudiziaria. Al netto di tutto ciò mi sembra un fatto veramente grave. Non voglio dire cose non precise e aspetto di leggere la relazione altrimenti rischierei di dare un commento generico e non posso farlo”.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

L’azienda ha rispettato l’impegno preso verso i propri apicoltori mantenendo le promesse fatte per il raccolto 2023. Per tutelare un settore a rischio come quello del miele, ha corrisposto ai suoi collaboratori un compenso congruo, permettendo così di garantire il futuro di questo comparto strategico per l’intero sistema agroalimentare e per la tutela degli ecosistemi […]