Scuola, al via le iscrizioni sul portale Unica: come fare domanda e cosa sapere per non sbagliare

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Partono da oggi giovedì 18 dicembre e fino alle ore 20 del 10 febbraio 2024 le iscrizioni per il prossimo anno scolastico 2024/2025.

Le domande potranno essere presentate online tramite il portale ministeriale Unica, attivo 24 ore su 24 tutti i giorni (incluso il sabato), che mette a disposizione degli utenti tutti i dettagli necessari per iscriversi come le guide ai percorsi di istruzione, i tutorial, le statistiche utili e un servizio, “Scuola in Chiaro”, per scoprire tutte le scuole a disposizione.

Chi può presentare la domanda

Potranno presentare l’istanza tutti coloro i quali sono in possesso del titolo legale per iscrivere gli alunni alle classi prime, i loro genitori o tutori legali.

La procedura interesserà, invece, tutte le classi prime delle scuole statali primarie e secondarie di I e II grado, per i percorsi di istruzione e formazione professionale erogati in regime di sussidiarietà dagli Istituti professionali e dai centri di formazione professionale accreditati dalle Regioni e per le scuole paritarie che, su base volontaria, hanno aderito al servizio.

L’iscrizione sarà obbligatoria e gratuita per tutte le scuole statali, escluso l’asilo, mentre facoltativa per le paritarie.

Sono esclusi dalla procedura telematica la scuola dell’infanzia, le scuole militari, le scuole della Valle d’Aosta e delle Province autonome di Trento e Bolzano, le classi terze dei licei artistici e degli istituti tecnici, il percorso di specializzazione per “Enotecnico” degli istituti tecnici del settore tecnologico a indirizzo “Agraria, agroalimentare e agroindustria”, articolazione “Viticoltura ed enologia”, i percorsi di istruzione per gli adulti, gli alunni/studenti in fase di preadozione.

Come accedere al portale Unica

È possibile presentare la domanda, accedendo al portale Unica, disponibile all’indirizzo unica.istruzione.gov.it, tramite l’identità digitale SPID, la Carta d’identità Elettronica (CIE), la Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o l’identità digitale rilasciata da un altro Paese europeo (eIDAS).

Nel caso in cui non sia stato ancora creato un profilo su Unica, sarà comunque possibile accedere a tutte le funzionalità del servizio tramite un collegamento specifico dopo l’autenticazione con la propria identità digitale.

Come compilare la domanda

L’istanza è suddivisa in diverse sezioni:

  • I dati dell’alunno;
  • I dati della famiglia;
  • I dati della scuola;
  • La fase conclusiva necessaria per l’inoltro della domanda.

Prima dell’inoltro dell’istanza, la domanda potrà essere incompleta (in questa fase potrà ancora essere modificata o eliminata) o in lavorazione (l’istanza potrà essere ancora modificata, cancellata, stampata e inoltrata).

Prima di inoltrare la domanda si consiglia di verificare che tutti i dati siano corretti. La domanda non potrà essere modificata o rettificata dopo l’invio. Nel caso in cui fosse necessario si potrà contattare direttamente la scuola, che potrà decidere di rimetterla a disposizione, ma solo entro il 10 febbraio.

Cosa succede dopo l’inoltro della domanda

Dopo avere inoltrato l’istanza la domanda potrà avere quattro stati:

  • inoltrata: la domanda risulterà inviata e presa in carico dalla prima scuola scelta (la domanda potrà essere stampata, visualizzata e visualizzata la ricevuta dell’inoltro);
  • accettata: la domanda è accolta dalla scuola che l’ha presa in carico, dopo aver esaminato le istanze ricevute (la domanda potrà essere visualizzata, stampata e visualizzata la ricevuta d’inoltro);
  • smistata ad altra scuola per indisponibilità di posti o in assenza dei requisiti indicati nei criteri di accoglimento delle domande (la domanda sarà inoltrata alla seconda/terza scuola/CFP indicata dal genitore come soluzione alternativa. Anche in questo stato la domanda può essere visualizzata, stampata e visualizzata la ricevuta d’inoltro);
  • restituita alla famiglia nel caso in cui sia necessario integrare alcune informazioni mancanti (la domanda può essere visualizzata, stampata, modificata e cancellata. Una volta effettuate le modifiche necessarie la domanda sarà nuovamente inoltrata per completare l’iscrizione).

La piattaforma permetterà di seguire l’intero iter in tempo reale, con l’invio di specifiche notifiche attraverso posta elettronica e tramite l’app IO.

Dal 23 gennaio 2024, sempre sul portale Unica, saranno, inoltre, aperte le iscrizioni alle classi prime del nuovo Liceo del Made in Italy, previsto dalla Legge 27 dicembre 2023, n. 206.

Foto in evidenza da Depositphotos.com

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria