Squalo uccide giovane madre: il suo sacrificio per salvare la figlia

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Una tranquilla giornata in spiaggia si è trasformata in tragedia a Melaque, nota località balneare del Messico. Sabato 2 dicembre, intorno alle 11 del mattino, una giovane mamma di 26 anni è morta dissanguata dopo essere stata attaccata da uno squalo mentre nuotava vicino alla riva con la figlia di 5 anni.

Il coraggioso sacrificio per salvare la figlia

Secondo le testimonianze, la donna stava riportando la bambina a riva dopo aver raggiunto una piattaforma galleggiante per i tuffi, situata a circa 25 metri dalla spiaggia, quando è stata improvvisamente aggredita dal predatore marino. Nonostante la violenza dell’attacco, che le ha strappato via la gamba sinistra, la coraggiosa madre è riuscita a mettere in salvo la piccola, rimasta miracolosamente illesa.

La drammatica testimonianza di un bagnante

Soccorsa tempestivamente, la vittima è spirata poco dopo per la gravissima emorragia causata dall’amputazione dell’arto. Le urla disperate hanno richiamato bagnanti e bagnini, che hanno assistito impotenti alla terribile scena. “È stato orribile, lo squalo è spuntato dal nulla e l’ha azzannata con ferocia – racconta un testimone oculare – quella povera donna ha lottato con tutte le forze per portare a riva sua figlia, e ce l’ha fatta, ma per lei non c’è stato niente da fare”.

Chiusa la spiaggia

Le autorità hanno confermato la presenza di uno squalo come responsabile dell’attacco e hanno provveduto a chiudere immediatamente la spiaggia per motivi di sicurezza. Si tratta di una zona frequentata soprattutto da gente del posto, solitamente molto tranquilla e priva di insidie.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria