Abortisce al quinto mese e conserva il bambino nel freezer, coppia denunciata

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Una drammatica vicenda si è consumata nel quartiere Borghesiana di Roma, dove una coppia di cittadini romeni, lui 41enne e lei 40enne, entrambi infermieri, hanno conservato per mesi in freezer il feto del bambino che la donna aspettava e che purtroppo ha perso a 5 mesi di gravidanza.

Lei in ospedale per una emorragia, poi la scoperta

La scoperta è avvenuta casualmente quando la donna si è presentata al pronto soccorso del Policlinico Casilino con una forte emorragia, raccontando di essere caduta e senza parlare dell’aborto subito. I medici però hanno capito dai sintomi che l’emorragia era conseguenza di un aborto spontaneo o di un parto prematuro, e hanno allertato la Polizia.

Il feto dentro il freezer

Giunti nell’appartamento della coppia gli agenti hanno trovato nel freezer della cucina, avvolto in un sacchetto di plastica, il corpicino del feto, lungo una trentina di centimetri. La donna, in lacrime, ha spiegato di aver avuto un aborto spontaneo in casa e di aver conservato il feto “perché volevo che restasse sempre con noi”.

I due sono stati denunciati

Un gesto dettato forse dal dolore e dalla disperazione per quella gravidanza tanto desiderata e interrottasi tragicamente, anche se certamente non giustificabile. La coppia è stata denunciata per occultamento di cadavere, mentre la Procura di Roma ha disposto l’autopsia per accertare le cause del decesso del feto.

Attivati i servizi sociali

“Volevamo tanto quel bambino, eravamo felici”, hanno detto i due infermieri agli inquirenti. La gravidanza, a detta dei vicini di casa, procedeva bene, senza problemi. Fino a quel sabato mattina in cui la donna ha avuto quell’emorragia che l’ha costretta a correre in ospedale. Qui i medici hanno capito subito la gravità della situazione, derivante da complicazioni improvvise che hanno portato la perdita del feto.

Ora saranno gli inquirenti a fare luce su quando e come siano avvenuti i fatti. Intanto i servizi sociali del Comune di Roma hanno attivato supporto psicologico per la coppia, per aiutarli ad elaborare il lutto.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

L’azienda ha rispettato l’impegno preso verso i propri apicoltori mantenendo le promesse fatte per il raccolto 2023. Per tutelare un settore a rischio come quello del miele, ha corrisposto ai suoi collaboratori un compenso congruo, permettendo così di garantire il futuro di questo comparto strategico per l’intero sistema agroalimentare e per la tutela degli ecosistemi […]