Femminicidio in Sicilia: uccide la ex compagna, poi si suicida. Avevano una figlia piccola

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Una nuova vittima di femminicidio in Italia. Marisa Leo, 39 anni, è stata uccisa a colpi d’arma da fuoco in provincia di Trapani, dall’ex compagno, l’imprenditore Angelo Reina, 42 anni, che poi si è tolto la vita. Erano genitori di una bimba. Secondo quanto ricostruito fino adesso, lei aveva presentato alcune denunce per stalking, di cui una nel 2020.

L’intera comunità è sotto shock per quanto è accaduto a Marisa Leo, nota responsabile di marketing e comunicazione della cantina Colomba Bianca, originaria di Salemi (Trapani). È stato un automobilista a lanciare l’allarme dopo che aveva segnalato un uomo, armato di pistola, su un cavalcavia dell’autostrada A29, in direzione Mazara. La polizia stradale, intervenuta sul posto, ha trovato l’uomo morto.

Ancora da chiarire tutti i dettagli, ma sono già emersi diversi elementi. Poco prima Angelo Reina, imprenditore di Valderice, aveva incontrato l’ex convivente. Gli agenti si sono recati nell’azienda di famiglia dell’uomo, tra Ferla, Marsala e Mazara, dove i due ex si sarebbero dati appuntamento per un tentativo di chiarimento, dopo tanti litigi. Qui hanno trovato prima la vettura, poi il corpo senza vita di Marisa Leo, uccisa forse con un fucile, trovato nell’auto dell’omicida.

Marisa Leo

Sgomento e dolore a Salemi, per l’ennesimo caso di femminicidio in Italia. Il sindaco Domenico Venuti ha scritto: “La nostra comunità è sconvolta da quanto accaduto. Non ci sono parole per descrivere il dolore per una tragedia assurda e inaccettabile. Esprimo il cordoglio e la vicinanza alla famiglia a nome mio, dell’amministrazione e di tutta la città di Salemi. Ci stringiamo ai familiari nel ricordo di una ragazza solare che amava la vita. Il giorno dei funerali sarà lutto cittadino a Salemi: è necessario accendere i riflettori su un fenomeno inaccettabile e insopportabile come il femminicidio. Ciao Marisa…”.

I post contro la violenza di genere

Marisa Leo era madre di una bambina avuta dall’ex compagno Angelo Reina, con cui non viveva più da anni. La 39enne era molto sensibile al tema della violenza di genere. Nel 2021, in occasione della Giornata Internazionale delle Donne, aveva pubblicato su Facebook un video insieme alle altre dipendenti dell’azienda: “Tutti possiamo far qualcosa: aiutare, sensibilizzare, diffondere… affinché non una donna in più subisca delle violenze”, si legge nella didascalia del post, che subito dopo elenca i nomi delle vittime di femminicidio contati nei primi di mesi del 2021.

Nel 2019 aveva partecipato a una campagna contro la violenza di genere promossa dall’associazione “Le Donne del Vino Sicilia” per il progetto “Tu non sei sola“. Nel video, le parole di Marisa, all’epoca incinta della figlia: “Una forza così piccola, ma così dirompente e una vita che cresce al ritmo di due cuori che battono insieme. Donna, mamma, tu lavori, tu progetti, tu crei e sei fantastica per come lo fai. Cadi, ti rialzi, piangi ma non molli, e sei perfetta così come sei. Donna, mamma, TU, non sei sola”.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

L’eurodeputata maltese Roberta Metsola è stata rieletta oggi, martedì 16 luglio, alla presidenza del Parlamento europeo. La votazione, avvenuta a scrutinio segreto a Strasburgo, ha visto Metsola ottenere un’ampia maggioranza con 562 voti a favore su un totale di 699 votanti, un risultato ampiamente previsto, grazie al sostegno dei popolari, dei socialisti e dei liberali. […]