Emmanuelle Beart: “Da piccola vittima di incesto, salvata dalla nonna”

di Gaetano Ferraro


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

L’attrice francese di fama internazionale, Emmanuelle Beart, ha rivelato di essere stata vittima di incesto durante l’infanzia. Questa sconvolgente rivelazione è stata fatta nel documentario “Un silenzio così assordante”, da lei co-diretto. Beart, vincitrice del premio César per ‘Manon delle Sorgenti’ del 1986, non ha nominato il suo presunto molestatore nel documentario.

La confessione in un documentario

Emmanuelle Beart, 60 anni, ha confessato che inizialmente non voleva parlare della sua personale esperienza, ma solo delle storie di altri sopravvissuti all’incesto. “Ma la loro onestà e il loro coraggio hanno fatto sì che anch’io desiderassi parlare apertamente”, ha spiegato l’attrice. Durante la conferenza stampa di presentazione del documentario, l’altra regista, Anastasia Mikova, ha rivelato che il presunto aggressore non era il padre di Beart. Parlando a nome dell’attrice, Mikova ha detto che Beart non avrebbe nominato il suo aggressore perché non era questo “l’approccio del film”.

La scena in cui parla con il violentatore

Il documentario, proiettato durante l’evento stampa, contiene una scena in cui si sente la voce fuori campo di Béart che si rivolge al suo presunto molestatore: “Dato che mio padre, mia madre e i miei amici non si sono accorti di nulla, potevi farlo di nuovo, e l’hai fatto, per più di quattro anni”. L’attrice ha poi aggiunto di essere stata “salvata” da sua nonna. Il documentario sarà trasmesso il 24 settembre sul canale francese M6.

Chi è Emmanuelle Beart

Emmanuelle Beart, conosciuta a livello mondiale per la sua carriera cinematografica, ha recitato in dozzine di film da quando è diventata famosa con ‘Manon delle Sorgenti’, recitando al fianco di Yves Montand. Oltre alla vittoria al César, è stata nominata altre sette volte ai più importanti premi cinematografici francesi per film come ‘Nelly & Monsieur Arnaud’ e ‘A Strange Passion’. Ma il pubblico internazionale la ricorda soprattutto per il suo ruolo nell’agente del FMI Claire Phelps in ‘Mission: Impossible’ del 1996, al fianco di Tom Cruise.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

L’azienda ha rispettato l’impegno preso verso i propri apicoltori mantenendo le promesse fatte per il raccolto 2023. Per tutelare un settore a rischio come quello del miele, ha corrisposto ai suoi collaboratori un compenso congruo, permettendo così di garantire il futuro di questo comparto strategico per l’intero sistema agroalimentare e per la tutela degli ecosistemi […]