Eletto il “più bello d’Italia”, abbandona la moda per diventare prete

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Edoardo Santini, 21enne di Castelfiorentino eletto nel 2019 come “il più bello d’Italia”, ha deciso di abbandonare il mondo della moda e dello spettacolo per intraprendere un percorso spirituale e diventare prete.

Edoardo Santini abbandona il mondo dello spettacolo

Intervistato da La Nazione, il giovane ha raccontato della sua vocazione, spiegando di aver iniziato un percorso in seminario che con ogni probabilità lo porterà a diventare parroco. “Ho messo da parte il lavoro da modello, la recitazione, il ballo perché dei sì comportano inevitabilmente dei no, anche se non abbandono tutto perché quei mondi fanno parte di me, ma li vivrò e li proporrò in contesti diversi” ha dichiarato Edoardo.

Il 21enne ha intrapreso un percorso in seminario per diventare sacerdote

Il 21enne ha fatto domanda al vescovo e ora sta studiando teologia, prestando servizio in due parrocchie della diocesi di Firenze. Santini si dice molto felice della scelta intrapresa, nonostante abbia dovuto fare i conti con i pareri contrari di amici e parenti. “C’è chi non si fa problemi a dirmi che sono una delusione, anche in famiglia, ma c’è anche chi mi appoggia. Credenti e non” ha raccontato. E ancora: “Ho fatto quel passo che mi terrorizzava, che mi impediva di essere pienamente me stesso, pronto nel caso a dire: ‘No, sbagliavo’. Quello di cui però sono certo è che non mi pentirò di questo viaggio, perché a ora posso gridare: sono Edoardo, 21 anni e sono felice”.

L’ex modello ha spiegato da dove nasce la sua chiamata religiosa

In un video pubblicato sui social, l’ex modello ha spiegato da dove nasce la sua vocazione: “A 21 anni mio padre ha preso la decisione di sposare mia mamma, perché era rimasta incinta. Mia mamma a 21 anni è diventata mamma mentre io mi ritrovo in cammino per diventare, se Dio vorrà, un prete”.  Dopo alcuni incontri con dei ragazzi che gli hanno mostrato cosa significa vivere la fede, Edoardo è andato a convivere con due sacerdoti. “È stata l’esperienza più bella della mia vita. Mi ha permesso di incontrare dei fratelli e nella quotidianità quella risposta che aspettavo scendesse dall’alto. A fine anno è stato naturale per me fare domanda al vescovo per entrare al propedeutico, anno che precede il seminario” ha concluso.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria