Fedez è nei guai: denunciato per l’aggressione al personal trainer Cristiano Iovino

di Gaetano Ferraro


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

A partecipare ad una aggressione nei confronti del personal trainer Cristiano Iovino, picchiato nella notte tra il 20 e il 21 aprile, prima in discoteca tra i tavoli del The Club e poi sotto casa sua, in via Traiano, ci sarebbe stato anche Fedez?

Fedez coinvolto in un’aggressione al personal trainer Cristiano Iovino?

Tra i documenti del fascicolo aperto dalla Procura di Milano ci sarebbe una sola persona denunciata per rissa: proprio Federico Leonardo Lucia, in arte Fedez. Lo riporta il Corriere della Sera. Quello contestato a Fedez è un reato procedibile d’ufficio, senza la necessità della denuncia da parte di Iovino, che non ha voluto sporgere querela. Iovino ai Carabinieri avrebbe dichiarato genericamente di essere stato “aggredito da sconosciuti” e parlato di “una lite avvenuta al The Club” senza aggiungere altro.

Le testimonianze del portinaio e della guardia giurata

A mettere nei guai Fedez però ci sono il portinaio e la guardia giurata che hanno assistito al pestaggio: “Fedez era insieme a 8-9 persone”. Il portinaio e la guardia giurata del complesso “Parco Vittoria” di Via Traiano, che hanno dato l’allarme al 112 assistendo al pestaggio, avrebbero riconosciuto il rapper, ex compagno di Chiara Ferragni, nel gruppo degli aggressori e fatto subito il suo nome. “Era insieme a 8-9 persone, compresa una ragazza bionda” (Ludovica di Gresy, ndr), avrebbero riferito ai carabinieri, secondo quanto si legge ancora sul Corriere.

Le immagini del pestaggio e le minacce ai testimoni

Il pestaggio a Iovino è stato ripreso in parte dalle telecamere. Le immagini mostrerebbero il rapper scendere dall’auto, tentare di colpire senza successo il personal trainer, prima che su quest’ultimo si scaglino altre due persone. Il portinaio e il vigilante avrebbero dichiarato di essere stati avvicinati in maniera minacciosa da alcune persone che si trovavano in compagnia di Fedez durante il pestaggio. “Fatevi i ca… vostri, non chiamate nessuno”.

La difesa di Fedez e il referto medico

Gli investigatori, in attesa di capire chi fossero gli altri protagonisti della rissa, avrebbero denunciato Fedez, ovvero la sola persona riconosciuta dai testimoni. Quando il rapper si è difeso (“Io non c’ero e comunque quale massacro? Non esiste alcun referto medico, dopo tre giorni era a Ibiza”), non era conoscenza di essere stato ufficialmente denunciato.

Dal referto del 118 messo agli atti, Iovino avrebbe rifiutato di farsi portare in ospedale affermando di “non avvertire dolore” ma i carabinieri, giunti quella notte nella casa del personal trainer, lo hanno trovato intento a medicarsi le ferite. Con lui c’era il dj ed ex tronista di Uomini e Donne Salvatore Angelucci, che ha raccontato ai militari della precedente zuffa al The Club, originata – pare – da un apprezzamento di Iovino nei confronti di Ludovica di Gresy. Versione confermata dai buttafuori e dalle telecamere interne che mostrano prima Iovino e poi Fedez (insieme al rapper Taxi Bi, all’amica e ad alcuni ultrà del Milan) venire allontanati bruscamente verso l’uscita.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria