Ha ucciso la sorella, Alberto Scagni massacrato in carcere: è grave

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Nel carcere di Sanremo Alberto Scagni, l’uomo accusato di aver ucciso la sorella Alice a Genova nel maggio 2022, è stato brutalmente attaccato da due detenuti maghrebini nella cella della sezione ‘detenuti protetti’. L’episodio ha richiesto l’intervento urgente della polizia penitenziaria.

L’aggressione e il rapido intervento

Scagni è stato oggetto di un violento pestaggio – sequestrato picchiato a sangue e torturato – da parte dei due detenuti. Il magistrato di turno ha emesso un ordine per l’intervento della polizia penitenziaria con l’utilizzo della forza, salvando così Scagni dalle grinfie degli aggressori. L’incidente ha portato all’arresto dei due detenuti maghrebini, accusati di tentato omicidio e sequestro di persona.

Ubriachezza e devastazione della cella

Secondo le prime informazioni, i due aggressori erano completamente ubriachi e hanno devastato la cella prima di essere fermati dagli agenti penitenziari. La sezione del padiglione Z, riservata ai detenuti ‘protetti’, ospita coloro che rischiano di essere vittime di maltrattamenti da parte degli altri detenuti. I due aggressori, già condannati per violenza sessuale aggravata, si sarebbero ubriacati utilizzando alcol ottenuto attraverso la macerazione della frutta.

Motivazioni

Nonostante non ci siano conferme ufficiali, non è escluso che l’aggressione possa essere stata scatenata dal passato criminoso di Scagni. Già in precedenza, nel carcere di Genova Marassi, Scagni era stato vittima di un pestaggio dopo che un detenuto aveva appreso della sua condanna per l’omicidio della sorella attraverso un ritaglio di giornale.

Conseguenze

Dopo l’aggressione, Alberto Scagni è stato trasferito in condizioni critiche al pronto soccorso di un ospedale locale. Durante la colluttazione e l’arresto dei due aggressori, inoltre, un poliziotto ha riportato la frattura di due costole, con una prognosi di 21 giorni.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria