A Capodanno accoltella l’ex moglie davanti ai figli piccoli: “Poi torno per ucciderti”

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Il 2014 non si apre nel migliore dei modi sul fronte della lotta alla violenza contro le donne nonostante gli appelli. Un episodio di violenza domestica si è verificato nella mattinata del 1° gennaio a Varcaturo, in provincia di Napoli, dove un uomo di 38 anni originario di Pozzuoli ha accoltellato la ex moglie davanti ai loro tre figli minori. Solo l’intervento tempestivo dei Carabinieri, allertati dal nuovo compagno della donna, ha evitato il peggio.

Accoltella l’ex moglie davanti ai figli

Secondo una prima ricostruzione, intorno alle ore 13 l’aggressore si è presentato nell’abitazione in cui la ex coniuge vive con i bambini di 5, 7 e 9 anni. In quel momento era presente solo la donna, che teneva in braccio il figlio di appena 7 mesi. Dopo una violenta lite, l’uomo ha afferrato un coltello da cucina e ha colpito la ex moglie alla mano, ferendola.

Intervento tempestivo dei Carabinieri evita il peggio

I due bambini più grandi, terrorizzati, hanno assistito alla scena e sono scoppiati in lacrime. L’aggressore ha quindi minacciato di morte la donna, dicendole che sarebbe tornato per ucciderla. A questo punto, la vittima è riuscita a mettersi in contatto telefonica con il nuovo compagno, che si è precipitato alla caserma dei Carabinieri di Varcaturo per chiedere aiuto.

L’ex marito minaccia di tornare per uccidere la donna

I militari hanno raggiunto l’abitazione nel giro di pochi minuti, trovando l’uomo ancora sul posto, armato di coltello e nuovamente intento ad aggredire la ex moglie. Con un intervento fulmineo sono riusciti a disarmare il 38enne e a bloccarlo, arrestandolo con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate. La donna e i tre bambini, visibilmente sotto shock ma illesi, sono stati soccorsi e accompagnati in ospedale per gli accertamenti del caso. La vittima dell’aggressione è stata ricoverata con una ferita lacero-contusa alla mano presso l’ospedale Pineta Grande di Castel Volturno: le sue condizioni non sono gravi ed è fuori pericolo di vita.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria