Sesta malattia nei bambini: sintomi, foto e cura

Mamma - 14 giugno 2011 Vedi anche: Pediatria

Che cos'è la sesta malattia? Come si presenta? Riconoscerla e curarla è semplice, ma può rappresentare dei rischi solo in alcuni casi. Vediamo quali sono.

La sesta malattia (esantema subitum o roseola infantum) è una malattia virale che colpisce i bambini piccoli e più comunemente quelli tra 6 mesi e 2 anni. Fa parte delle malattie esantematiche e, di solito, è caratterizzata da diversi giorni di febbre alta, seguita da una eruzione cutanea tipica.

I 2 virus che possono causare la sesta malattia sono: herpes virus umano (HHV) di tipo 6 e di tipo 7. Questi virus appartengono alla stessa famiglia del più noto virus herpes simplex (HSV), ma i virus HHV-6 e HHV-7 non provocano l’herpes labiale e genitale da HSV.

Sintomi
Un bambino con la sesta malattia può sviluppare una lieve infezione delle vie respiratorie superiori, seguita da una febbre alta (spesso oltre 39-40) che può durare fino a una settimana. Durante questo periodo, il bambino può apparire scontroso o irritabile e può avere una riduzione dell’appetito e i linfonodi (ghiandole) del collo gonfi. La febbre alta scompare bruscamente e, in concomitanza di questa scomparsa, compare un’eruzione cutanea color rosso o rosa caratterizzata da macchioline piatte o in rilievo. Tale esantema appare su:


  • tronco

  • viso

  • collo

  • braccia

  • gambe

La particolarità di questa eruzione cutanea è che quando si preme con la mano su di essa, si crea un contorno bianco e anche le singole macchie possono avere una specie di “alone” intorno a loro. A differenza di molte altre eruzioni cutanee, l’eruzione della sesta malattia non è pruriginosa.

Convulsioni della sesta malattia
La temperatura corporea, talvolta, può alzarsi velocemente e ciò può causare convulsioni febbrili, come quelle presenti negli incubi notturni, in circa il 10% al 15% dei bambini. I segni di un attacco febbrile includono:


  • incoscienza

  • 2 a 3 minuti di spasmi alle braccia, gambe o viso

Contagio
La sesta malattia non è necessariamente contagiosa, anche se si crede che i bambini trasmettano il virus attraverso le vie respiratorie mentre hanno la febbre. Molto comune è il fatto di essere contagiati dal virus e non avere alcun sintomo. Infatti, in circa due terzi di questi bambini l’infezione è asintomatica.

Diagnosi

Quando un bambino ha solo la febbre, la diagnosi è difficile ed è soltanto quando l’eruzione cutanea inizia e la febbre si ferma che è possibile fare una diagnosi certa. Anche se è facile sospettare la sesta malattia quando un bambino piccolo ha la febbre, il medico tiene presente che molte altre infezioni possono causare la comparsa di febbre. Per escludere queste infezioni più gravi, come infezioni del sangue e del tratto urinario, è necessario fare degli esami specifici. Per questo motivo si parla di diagnosi differenziale, in quanto funziona per esclusione. Nessun test specifico è in genere necessario, ma un esame emocromocitometrico completo potrebbe mostrare un basso numero di globuli bianchi.

Trattamenti

Non esiste un trattamento specifico per la sesta malattia e la maggior parte dei bambini guarisce senza ausilio di farmaci. All’occorrenza e quando il bambino ha la febbre il medico prescriverà sicuramente antifebbrili.

I rischi e ciò che è necessario sapere


  1. Il pericolo più grande è per i bambini con disturbi del sistema immunitario

  2. Di solito si deve chiamare il pediatra quando il bambino piccolo ha la febbre e non ci sono altri sintomi

  3. A differenza di molte altre infezioni infantili, la sesta malattia non ha caratteristiche stagionali. Il bambino non sarà in grado di frequentare la scuola o l’asilo solo a causa della febbre

  4. I bambini sotto i 6 mesi sono di solito immuni dalla sesta malattia

Alimentazione
Meglio dare liquidi e cibi elementari da individuare con il pediatra in base alla comparsa o meno della febbre.

Articolo scritto da: Cinzia Rampino

CONDIVIDI

Facebook Twitter Google Digg Reddit LinkedIn Pinterest StumbleUpon Email

COMMENTA