Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Tutti i segreti dell'oliocottura, ecco come utilizzare questa tecnica di cottura

Cucina - 29 dicembre 2017 Vedi anche: Scuola di cucina

Volete una frittura perfetta, morbida, uniforme e altamente digeribile? Allora dovete imparare tutti i segreti dell’oliocottura: ecco come utilizzare questa tecnica di cottura che renderà i vostri cibi fritti fragranti e leggeri.

L’oliocottura è una tecnica che consente di cuocere gli alimenti immergendoli in olio  a bassa temperatura per un tempo decisamente lungo. Sapere come utilizzare questa tecnica di cottura è solo questione di esperienza, ma bisogna sapere che una cottura più lenta rende la frittura più leggera, più buona e più saporita. Dunque ecco tutti i segreti dell’oliocottura!

Quella dell’oliocottura è un’operazione che viene applicata ai cibi poiché permette di trattenere i loro aromi naturali grazie alla tendenza dell’olio di creare una barriera che impedisce la fuoriuscita dei liquidi, mantenendo inalterate tutte le proprietà organolettiche ed offrendo maggiore digeribilità e leggerezza.

Per poter procedere ad una corretta cottura con questo metodo, uno degli strumenti necessari è un termometro da cucina per poter verificare con buona precisione che la temperatura rimanga compresa tra il 40 e gli 80 gradi centigradi. Il tempo di cottura dipende poi dal tipo di alimento da cucinare, dal trattamento subito e dal tipo di attrezzatura utilizzata.

Il primo procedimento è quello di versare dell’olio extravergine di oliva all’interno di una pentola, con un quantitativo necessario a ricoprire interamente il cibo da cucinare, sia esso carne, pesce o verdura. Successivamente è necessario portare a temperatura l’olio e, una volta raggiunto il valore desiderato, immergere l’alimento fino alla cottura voluta.

È consigliabile mantenere bassa la temperatura ed aumentare il tempo di immersione poiché, in questo modo, si riesce a non stressare il cibo, ottenendo carni soffici e succulente, pesci morbidi e delicati e verdure dal gusto raffinato. In questo modo la frittura sarà leggera, digeribile e uniforme.

LEGGI ANCHE:

Tre modi per cucinare le patate novelle

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA