Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Come congelare in modo giusto le verdure

Hobby e Casa - 12 agosto 2016 Vedi anche: Home Economist, Rimedi casalinghi

Vediamo come congelare in modo giusto le verdure per poterle mangiare e consumare nel tempo, come se fossero appena colte! Una guida pratica e veloce.

Talvolta, facendo la spesa, ci facciamo prendere la mano e sbagliamo a dosare le quantità di verdura fresca, prendendone troppa. Cosi facendo, quando andiamo a casa, ci accorgiamo di avere il frigo strapieno di cibo che rischiamo di non riuscire a smaltire prima che vada a male.

In questi casi, può essere una buona idea sapere come congelare le verdure nel modo giusto così da ridurre gli sprechi. Secondo uno studio della FAO, infatti, un terzo del cibo prodotto nel mondo viene perduto o sprecato, e gran parte dello spreco avviene proprio tra le mura domestiche.

Facciamo prima però una premessa necessaria ovvero che è importante distinguere la congelazione casalinga dalla surgelazione industriale e non bisogna fare confusione con i termini surgelare e congelare. In casa, si possono congelare gli alimenti ma non si possono surgelare perché questa tecnica necessita di apparecchiature diverse da un semplice freezer che consentono di abbassare la temperatura molto velocemente fino a -18°.

Per una corretta congelazione casalinga bisogna inoltre tenere a mente che:

  1. gli alimenti devono essere freschi e di ottima qualità: eliminate eventuali ammaccature e non congelate verdure troppo mature
  2. non si congelano cibi già conservati con altre tecniche: es in scatola, sott’olio…
  3. non congelate i grassi quindi cercate di eliminare olio e unto perché potrebbe irrancidire
  4. scegliete il giusto imballaggio.

Per congelare nel modo corretto infatti è anche importante scegliere il giusto contenitore: i fogli d’alluminio ad esempio sono perfetti perché essendo buoni conduttori di calore consentono di congelare velocemente e si adattano bene alle forme degli alimenti, sia che siano crudi o cotti, viceversa le pellicole non sono molto indicate.

Le vaschette di alluminio non sono adatte per la congelazione di cibi acidi come i sughi, tuttavia sono comode soprattutto perché possiamo utilizzarle anche per scongelare e cucinare gli alimenti stessi.

Contenitori in vetro e plastica invece vanno bene purchè siano stati prodotti apposta per la congelazione e quindi resistano agli sbalzi termici.

Per congelare le verdure procedete poi nella seguente maniera:

  • Lavate le verdure, sbucciatele e tagliatele in piccoli pezzi o rondelle sottili.
  • La prima regola infatti è congelare alimenti di piccole dimensioni, piatti o appiattiti in modo che il freddo riesca a distribuirsi velocemente e uniformemente
  • Procuratevi poi una pentola capiente per sbollentare le verdure, meglio se dotata di cestello che vi permetterà di estrarle facilmente.
  • Dopo aver sbollentato le verdure per un paio di minuti immergetele in acqua fredda e ghiaccio così da interrompere il processo di cottura.
  • A questo punto scolate le verdure e asciugatele con carta da cucina.
  • Per il confezionamento se scegliete dei contenitori non riempiteli troppo ma lasciate un po’ di spazio per un eventuale rigonfiamento, viceversa se utilizzate dei sacchetti di plastica è meglio se togliete l’aria in eccesso così da creare una sorta di sottovuoto.
  • Perché il processo di congelamento sia completato lasciate le verdure in freezer per almeno 24 ore.

Quando poi dovrete usare le verdure congelate vi consiglio di non scongelarle perché, come detto prima, perderebbero parecchi liquidi e con esso nutrienti importanti ammollandosi e diventando scure, usatele direttamente congelate per preparare i vostri piatti.

Daniela Mosca è founder di Dani at Home che fornisce corsi e servizi a domicilio per semplificare la vita domestica e rendere la casa un’oasi di benessere.

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA