17 Giugno 2022 |

Eurovision Song Contest, l’edizione 2023 non sarà in Ucraina, ira di Kiev

di Redazione

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

The European Broadcasting Union (Ebu) ha reso noto che l‘Eurovision Song Festival 2023 non si svolgerà in Ucraina per ragioni di sicurezza e organizzative nonostante l’edizione di quest’anno sia stata vinta da un concorrente di questo Paese: The Kalush Orchestra. È quanto si legge in un tweet diffuso dall’Organizzazione in cui si esprime profondo rincrescimento per la situazione venutasi a creare in seguito alla guerra in corso.

“Per garantire la continuità dell’European Song Contest, The European Broadcasting Union inizierà a discutere con la BBC, seconda classificata di quest’anno, per ospitare potenzialmente l’evento in programma nel 2023 nel Regno Unito. È nostra intenzione che la vittoria dell’Ucraina si rifletta negli spettacoli del prossimo anno. Questa sarà una priorità nelle nostre discussioni con gli eventuali padroni di casa”.

“L’Ucraina non è d’accordo con la decisione dell’EBU” di escludere il Paese dall’organizzazione dell’edizione 2023 dell’Eurovision Song Contest, “ci siamo trovati di fronte alla questione senza discutere la possibilità di altre opzioni. L’Ucraina ritiene di avere tutte le ragioni per condurre ulteriori negoziati e trovare una soluzione comune che soddisfi tutte le parti”.

Lo affermano in una dichiarazione congiunta il ministro della Cultura Oleksandr Tkachenko, il presidente dell’emittente pubblica Nstu Mykola Chernotytsky e i componenti della band Kalush Orchestra che ha vinto l’edizione di quest’anno dell’Eurovision Song Contest a Torino.

“L’Ucraina ha onestamente vinto l’Eurovision e finora ha soddisfatto tutte le condizioni nei tempi previsti nell’iter di approvazione per il suo svolgimento in Ucraina, fornendo risposte e garanzie sugli standard di sicurezza e sui possibili luoghi della competizione”, viene rimarcato nella nota.

“Tenere l’Eurovision 2023 in Ucraina è un forte segnale per il mondo intero che ora sostiene l’Ucraina. Chiederemo che questa decisione venga modificata, perché crediamo che saremo in grado di adempiere a tutti gli impegni che abbiamo preso, come è stato più volte sottolineato dall’Ebu. Ecco perché chiediamo ulteriori negoziati per lo svolgimento dell’Eurovision 2023 in Ucraina”, si legge nella dichiarazione.

LEGGI ANCHE: Arisa e Vito Coppola di nuovo insieme?