Queen’s Speech, la prima volta della Regina senza il consorte Filippo

di Manuela Zanni

Il primo ministro britannico, Boris Johnson, è convinto che il suo governo abbia “un’opportunità storica” per cambiare il Regno Unito, come ha scritto nell’introduzione al tradizionale in cui  discorso  la Regina ha annunciato le linee guida del suo governo  all’indomani dell’emergenza sanitaria globale.
Creazione di nuovi posti di lavoro,  potenziamento del servizio sanitario con ulteriori fondi anche per la ricerca, fino alla riforma del sistema di asilo e alla lotta all’immigrazione illegale, sono alcuni dei temi dei disegni di legge  che il governo spera di vedere approvati nel corso del prossimo anno parlamentare e che interessano diversi settori di cui la regina Elisabetta ha parlato indossando un abito da giorno, invece che l’usuale mantello e corona.
 “La ripresa nazionale dopo la pandemia è la priorità per assicurare che il Paese sia più forte, più sano e più prospero di prima. Per raggiungere questo obiettivo, il  mio governo aumenterà le opportunità in tutte le parti del Regno Unito, sostenendo lavoro, business e crescita economica, affrontando l’impatto della pandemia sui servizi pubblici” ha detto la sovrana, tornata per la prima volta ai grandi impegni pubblici dopo la morte del consorte, in occasione della cerimonia spogliata dell’usuale sfarzo e alleggerita nei riti a causa della pandemia.

Da quando i conservatori sono stati riconfermati con un’ampia maggioranza parlamentare, l’agenda del governo è stata monopolizzata dalla pandemia. Con il programma di vaccinazione che va avanti spedito e i contagi da Covid a livelli minimi, Johnson spera di ravvivare la sua agenda “levelling up” e resettare una premiership accusata di clientelismo.

Non sono mancate critiche  da parte dei commentatori e dai media, che hanno fatto notare come tra i 30 disegni di legge su cui si mira a lavorare, non siano  previste misure per l’assistenza sociale su cui la Regina ha fatto solo un breve cenno  “Verranno portate avanti proposte sulla riforma dell’assistenza sociale”.

In realtà le associazioni e i politici attenti alle tematiche sociali  chiedono  da tempo un piano di riforma del settore, che il premier Johnson aveva promesso nel suo discorso dopo l’elezione nel luglio 2019. Non resta che attendere.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

5 min

Federico Lauri  ha confidato  ai suoi follower di aver risolto un disagio che lo affliggeva da anni. “Mi coprivo sempre con pantaloni a vita alta e fascia contenitiva”, racconta. “Questa condizione mi creava disagio nell’espormi fisicamente. Federico Fashion Style in ospedale per un intervento chirurgico Federico Lauri conosciuto in arte come Federico Fashion Style, ha […]