Panty.com, impazza sul web la compravendita di biancheria intima usata. Parola d’ordine: “libertà sessuale”

di Redazione

Tra le mode più in voga dell’ultimo periodo, complice anche la clausura dovuta all’emergenza sanitaria globale che ha ridotto ai minimi termini – se non del tutto azzerato- la possibilità di incontri e nuove conoscenze, il Pantyselling è in cima al podio delle attività più diffuse in rete.

Si tratta di un mercato che ha avuto origine negli Stati Uniti ad opera di alcune studentesse universitarie che hanno pensato di vendere online biancheria intima usata e, soprattutto, sporca, un po’ per gioco, un po’ per trovare una fonte di guadagno alternativa e – assolutamente- inusuale anche semplicemente per pagare le tasse universitarie.

Se da una parte c’è l’offerta, dall’altra, ovviamente, c’è la richiesta che parte da moltissimi uomini interessati ad acquistare l’intimo usato di ragazze mai conosciute e anche, sporco, requisito che ne aumenta il prezzo- consentendo loro di guadagnare cifre piuttosto consistenti. In questo modo, da un’idea nata assolutamente per caso, il Pantyselling oggi rappresenta uno dei business che sta prendendo sempre maggiormente piede in rete.

Motivi del successo
Questa forma di business ha enormi vantaggi sia per i venditori che per gli acquirenti. Per i primi è una fonte di guadagno importante, sicura e non faticosa dal momento che i clienti hanno richieste molto semplici e al “il venditore” basta acquistare un capo intimo e indossarlo per almeno24 ore.
Chi acquista, dal suo canto, ha la possibilità di realizzare un desiderio intimo e, molto spesso, inconfessabile in assoluto anonimato. Il cliente in questo modo ha la sensazione di entrare in intimità con una donna, anche se vista solamente in foto, ottenendo una forma di eccitazione particolare.

Come funziona
Per vendere occorre creare un profilo personale e scattarsi una serie di foto con addosso l’oggetto da vendere, possa essere un reggiseno o uno slip sporco o semplicemente usato. Saranno I clienti a contattare le ragazze tramite una chat per farsi spedire l’intimo in forma completamente anonima e ben nascosto per non mostrarlo a eventuali mogli o ragazze.

Sicurezza
La sicurezza è sempre fondamentale, per questo ci sono piattaforme come panty.com, che permettono l’acquisto o la vendita di intimo usato, garantendo totale riservatezza e sicurezza nella sua community.

Panty.com è una community che permette di avere una vetrina online per poter esporre la propria biancheria. Si tratta di un’attività che si basa su un fetish, cioè quello di provare eccitazione attraverso altri sensi come l’olfatto, che si aggiunge alla vista. Studi scientifici hanno, infatti, dimostrato che sono propri gli odori i fattori che ci fanno prendere inconsapevolmente scelte nelle relazioni socio-sessuali.

Sul sito panty.com è possibile reperire informazioni per iniziare un proprio commercio, ricercare i clienti o, semplicemente, migliorare il proprio giro d’affari. Ci sono anche un elenco di regole da rispettare per non ledere la privacy di entrambi i protagonisti dello scambio.

Si tratta di una piattaforma per la compravendita di intimo usato che assicura ai propri utenti un ambiente sicuro al fine di proteggere la privacy e garantire un completo anonimato. Nel marketplace di Panty.com si può trovare biancheria intima usata, ma anche scarpe e abbigliamento sportivo in generale. La piattaforma è strutturata per categorie di servizi e prodotti in vendita, per facilitare la ricerca di chi è interessato, in base ai differenti gusti e desideri di ogni acquirente. Ma non è tutto. Oltre alla lingerie si possono anche trovare foto e video personalizzati.
La community di Panty.com accoglie le persone che vogliono esplorare la propria sessualità e che hanno gusti e desideri, legati proprio alla percezione olfattiva, che non possono esprimere nella loro quotidianità.

Chi pensa, infatti, che l’attrazione sessuale si basi solo sull’aspetto fisico si sbaglia di grosso: la scienza risponde che nei giochi dell’attrazione l’olfatto resta il principale motore di ricezione sensitivo.

Alla base di Panty.com, vi è il concetto di libertà sessuale, abbattendo i pregiudizi e i tabù che ad oggi sono ancora molto presenti nel contesto sociale. Nel marketplace della piattaforma ogni ragazza è libera di vendere e di gestire la propria attività nel modo che preferisce. Non è obbligata a mostrare il suo viso o a divulgare informazioni personali. Inoltre, Panty.com non prende alcuna commissione sulle vendite.
Panty.com ha anche una sezione blog dove, periodicamente, vengono pubblicati articoli, news e interviste sul mondo dell’eros, oltre ad offrire consigli e suggerimenti sull’attività. La piattaforma è monitorata quotidianamente dal team di Panty.com che si occupa di controllare profili, eliminare contenuti sessualmente espliciti e fornire una continua assistenza al cliente.

Il team di Panty.com è costantemente impegnato nell’aggiornamento dei contenuti e nel controllo della community. Ma i sistemi per garantire un rapporto soddisfacente e sicuro tra chi vende e chi desidera acquistare gli slip indossati dalle ragazze non finiscono qui. La chat interna, infatti, consente di entrare in contatto senza doversi appoggiare a piattaforme esterne e permette anche di accordarsi per un’eventuale vendita di tanti altri servizi.

Le venditrici sono libere di gestire autonomamente i materiali che vogliono proporre: servizi fotografici e video, anche su misura secondo i desideri del cliente, sessioni di sexting e videochiamate.

I profili completamente personalizzabili, lo spazio per i commenti e per le recensioni e gli annunci pubblicati dagli utenti contribuiscono alla visibilità delle venditrici, che possono contare anche sullo staff del sito non soltanto per un tempestivo customer support, ma anche per la promozione sul sito e sui social.

Panty.com, dunque, non è soltanto un sito di compravendita, ma una vera e propria community internazionale per mettere in contatto persone accomunate dalla stessa passione e per liberare il proprio lato più erotico e sensuale, sfruttando anche le news, gli articoli e le interviste del blog, per nuove idee e fantasie finalizzate ad una vita sessuale più appagante.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

5 min

Federico Lauri  ha confidato  ai suoi follower di aver risolto un disagio che lo affliggeva da anni. “Mi coprivo sempre con pantaloni a vita alta e fascia contenitiva”, racconta. “Questa condizione mi creava disagio nell’espormi fisicamente. Federico Fashion Style in ospedale per un intervento chirurgico Federico Lauri conosciuto in arte come Federico Fashion Style, ha […]