Come pulire il piumino invernale

di Redazione

Alcune volte ci precludiamo di regalarci un capo di abbigliamento particolare perché non sapremmo come pulirlo e mantenerlo nel tempo senza rovinarlo. Un esempio lampante è senz’altro il piumino invernale che necessita di un procedimento semplice ma preciso per essere lavato.

Da oggi non dovrai più preoccuparti, perché in questo articolo scoprirai tutti i trucchi per lavare il tuo piumino senza danneggiare la piuma d’anatra o la morbidezza dell’imbottitura. Ogni anno il tuo piumino tornerà come nuovo e tu non dovrai precluderti più la possibilità di avere un bel giubbotto caldo per l’inverno. Fermo restando che bisogna sempre attenersi alle etichette del produttore, non solo per il lavaggio in lavatrice.

Lavaggio del piumino a mano

Lavare a mano un piumino è il metodo più delicato e richiede pazienza, tempo e buona volontà. I risultati che si ottengono con il lavaggio a mano sono migliori di qualunque altro, basterà seguire questi passaggi:

  • Riempi la vasca con acqua tiepida, non bollente, e fai sciogliere all’interno un misurino di bicarbonato. In alternativa, è possibile usare un bicchiere di aceto di mele.
  • Immergi il piumino e fai in modo che si bagni in tutta la sua superficie, lasciandolo in ammollo per 2 ore circa.
  • Passato il tempo, assicurati di sciacquare molto bene il piumino, mandando via ogni traccia di bicarbonato. Svuota poi la vasca.
  • Per fare in modo che il tessuto, una volta asciutto, rimanga morbido, è necessario riempire nuovamente la vasca con acqua tiepida e aggiungere alcune gocce di olio essenziale di avocado. Lascia il piumino in ammollo per mezz’ora.

Lavaggio di un giubbotto piumino in lavatrice

Se non hai abbastanza tempo o ti manca lo spazio fisico di una vasca per effettuare il lavaggio a mano, è possibile lavare un piumino anche in lavatrice, l’importante è che sull’etichetta del tuo giubbotto il simbolo della lavatrice non sia barrato.

Una volta sicuri di poter usare la lavatrice, bisogna seguire alcuni accorgimenti:

  • Svuota tutte le tasche e separa tutti i bordi in pelle o il cappuccio in pelo, se il tuo piumino ne è fornito. Queste parti verranno lavate separatamente.
  • Nel caso in cui ci siano delle macchie evidenti, strofina leggermente uno smacchiatore o un po’ di sapone neutro di Marsiglia sulle parti, lasciando agire per alcuni minuti.
  • Il piumino deve essere inserito in lavatrice rivolto al rovescio. Il lavaggio da usare è quello per delicati a 30°C ed è vietato usare la centrifuga, se non vuoi rovinare il giubbotto.
  • Sarebbe meglio se venisse lavato senza altri indumenti, ma solo con qualche asciugamano che aiuti a mantenere la disposizione delle piume invariato.

Come asciugare il piumino

Anche per quanto concerne l’asciugatura è possibile procedere in due modi:

  • Asciugatura al naturale. Posiziona il piumino per orizzontale su uno stendino e lascialo in un punto fresco e ventilato. In estate non lasciatelo mai al sole diretto e in inverno non avvicinatelo troppo a un termosifone.
  • Asciugatura in asciugatrice. Metti il piumino al rovescio e con cerniera chiusa. Seleziona il programma per delicati e fallo partire. Ogni 20 minuti blocca e smuovi un po’ il giubbotto, distanziando le piume. Lascia comunque il giubbotto all’aria aperta per qualche ora prima di riporlo nell’armadio.

Se, invece, state ancora cercando un piumino da donna e non sapete da dove comprarlo date un’occhiata al sito di Colmar dove ci sono sempre modelli nuovi di buona qualità.

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

2 min

Mostrare la lingerie è diventato uno dei trend di quest’anno. Per tanti anni è stato considerato un tabù e adesso è protagonista dei red carpet, delle passerelle e delle sfilate. L’intimo si indossa a vista, soprattutto di giorno ed è sinonimo di bellezza e fascino. Scopriamo tutti i segreti per indossare la lingerie a vista! […]

2 min

I vestiti neri sono decisamente un evergreen che non ci stancheremo mai di indossare e fortunatamente quest’anno hanno dominato le passerelle. Trend attesissimo, il nero è il protagonista della stagione primavera-estate e ovviamente anche di quella invernale. Corti o lunghi, minimali poco importa. Il minimalismo continua a regnare, ma anche i giochi di contrasti. Per […]