Cosa succede al secondo mese di gravidanza? Scoprilo qui!

di francesca


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Sintomi del secondo mese di gravidanza

E’ all’inizio di questo mese che i sintomi si fanno più evidenti. Gli effetti della gravidanza sul corpo della donna sono soggettivi: alcune donne non notano differenze significative, mentre altre presentano uno o più di questi sintomi: mammelle ingrossate e dolenti (é il caso, infatti, di iniziare da subito a prendersi cura del proprio seno), stanchezza e sonnolenza, nausea e/o disturbi digestivi, stimolo frequente a urinare.

L’aumento di peso non dovrebbe esere ancora iniziato, anzi alcune donne possono dimagrire, in questa fase, a causa della nausea e del vomito; altre tendono ad appesantirsi da subito, ma i solito l’ingrossamento dell’utero inizia a manifestarsi a livello della vita (e gli abiti iniziano a diventare stretti) non prima della fine del secondo mese di gravidanza.

Cosa succede all’embrione

L’embrione cresce rapidamente e completa il processo di organogenesi che lo porterà, alla fine di una gravidanza al secondo mese, a somigliare a un neonato. Si parlerà, infatti, di feto e non più di embrione. Il viso prende forma, spuntano braccia e gambe, si formano sistema nervoso e organi interni.
Alla fine del 2 mese di gravidanza il feto misurerà 3 centimetri e peserà 3 grammi circa.

Cosa c’é da fare

E’ nel secondo mese di gravidanza che si scopre, normalmente, di essere incinte. Intorno alla metà di questo mese (6-7 settimana) é possibile rilevare il battito cardiaco dell’embrione: una visita ginecologica con l’ecografia al secondo mese di gravidanza puà essere, dunque, utile a confermare che la gravidanza in corso procede regolarmente.

Il ginecologo potrà consigliare gli integratori da prendere (ad esempio l’acido folico, che é consigliato fin da prima del concepimento) e/o medicinali o altri rimedi per lenire eventuali fastidi. Consiglierà inoltre gli esami da fare.

Ricordatevi di prenotare le tre ecografie di routine (ecografia del primo, del secondo e del terzo trimestre) e, talvolta, il corso preparto: in alcuni ospedali, c’é il rischio concreto di rimanerne fuori per il troppo affollamento.

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

Foto di Tai’s Captures su Unsplash Quando il bambino che portiamo in grembo sta per mettere il suo piedino, per la prima volta, nel suo futuro mondo, è il caso di pensare a stilare una lista di nascita. È una scelta che ha molti aspetti positivi in quanto permette a tutti di fare shopping intelligente. […]