Depressione post-partum per una mamma su tre

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Pannolini, veglie notturne, pappine, allattamento, tutto questo per alcune mamme può rivelarsi un vero e proprio problema che rischia di provocare uno stato fisico ed emotivo particolarmente precario. Secondo una recente ricerca del Medical Research Council di Londra, condotta monitorando lo stato di salute psichica di 87 famiglie, una mamma su tre soffre di depressione post-partum, patologia che colpisce in numero maggiore le donne, ma di cui possono soffrirne anche i papà.

“Le neomamme si trovano spesso sole ad affrontare questa profonda trasformazione, o vivono in un ambiente familiare che non garantisce il livello di tranquillità adatto – spiega Vincenzo Bertozzi, direttore scientifico del centro di cure mediche e termali Casa Raphael di Roncegno – ed ecco perché è importante, ricorrere all’aiuto di un esperto per ripristinare la comprensione reciproca con il bambino, che nei primi mesi di vita è sempre molto sensibile alle alterazioni dell’umore materno”.

Un problema quindi legato al parto, ma dovuto probabilmente anche all’inadeguato sostegno sociale che le neomamme ricevono, e che negli ultimi decenni sta letteralmente ingigantendo il problema con stime che parlano chiaro: una mamma su tre rischia la depressione post-partum. Esistono centri specializzati che offrono alle mamme il giusto sostegno psicologico ed emotivo, e che aiutano le neomamme a percorrere i loro primi passi.

Potrebbe interessarti anche