15 Marzo 2016 |

Figli adolescenti, le 7 cose che un genitore dovrebbe sapere

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

SOS figli adolescenti? Ecco 7 cose che un genitore dovrebbe sapere su questa scottante età e fase della vita che può dare il via a molte avventure, a molti disagi e a tanta parte della personalità.

Cambiamenti cerebrali

Gli adolescenti (tutti gli adolescenti del mondo, non solo i vostri figli…) sono catastrofisti, paradossali, irrazionali e urlano apparentemente senza motivo. Hanno un profondo bisogno di maggiore indipendenza e allo stesso tempo delle vostre cure amorevoli. Per tutto ciò esiste una ragione: dopo l’infanzia, il più drammatico picco di crescita del cervello si verifica proprio durante l’adolescenza.

Picco ormonale

L’adolescenza è il periodo compreso tra gli 11 e i 19 anni. Considerata un momento critico di sviluppo sia dal punto di vista esteriore e corporeo, sia da punto di vista interiore e psicologico, è la fase in cui un picco di ormoni e una crescita sconvolgente, richiedono (all’improvviso) molte nuove conoscenze e competenze cognitive di cui l’adolescente spesso si sente incapace. Questo è anche il motivo per cui, come dice un noto libro sull’adolescenza – Questa casa non è un albergo – potrebbe sembrare di non riconoscere più vostra figlia dalla sera alla mattina!

La paura e la depressione

Gli adolescenti amano il rischio e la provocazione, ma quasi loro malgrado. Stanno sperimentando il sistema-mondo, stanno uscendo dal guscio, stanno facendo i conti con l’indipendenza e con il dover fare a meno del nido. Sono spaventati a morte, ma non lo sanno.

Spericolati

L’attrazione degli adolescenti per i comportamenti spericolati è stata spiegata come manifestazione di un tratto di personalità connotato dal desiderio di vivere sensazioni nuove, forti ed eccitanti, il sensation seeking. Lo psichiatra Zuckerman (1979) trovò che i punteggi ottenuti dalla scala SSS, Sensation Seeking Scale, erano, infatti, più elevati all’età di 16 anni e che diminuivano progressivamente con il passare degli anni.

Ottimismo ingiustificato

Gli adolescenti sono protagonisti (e vittime) di fenomeni cognitivi quali l’egocentrismo e l’ottimismo ingiustificato. L’atteggiamento ottimistico, ossia la credenza d’essere immuni dai pericoli rispetto a coetanei messi nella stessa situazione, è stato riscontrato in alcuni studi, ad esempio quello relativo alla guida in stato d’ebbrezza (Arnett, 1992).

Imprevedibilità

Gli adolescenti sono più veloci di chiunque altro nel comprendere le cose. In realtà, durante l’adolescenza, il corpo si libera di alcuni neuroni che erano stati utili nell’infanzia e crea nuovi collegamenti neuronali. Ecco perché, sebbene gli adolescenti capiscano più in fretta degli adulti, spesso non sanno riadattare le loro emozioni alle nuove strutture cognitive di cui dispongono e, soprattutto, alla nuova visione della realtà. Per questo a volte sembrano “fuori controllo” e sono imprevedibili.

Gli “amici” sono tutto

La fase adolescenziale è il periodo in cui ogni individuo è maggiormente soggetta allinfluenza del gruppo dei pari. Questo fenomeno è particolarmente evidente nei comportamenti trasgressivi che erroneamente possono essere scambiati per devianti. E’ anche il motivo per cui dicono di odiare la famiglia a discapito degli amici.